La più bella spiaggia di Spagna fa pagare il biglietto

Preparatevi a pagare un biglietto, se volete visitare una delle più note e belle spiagge spagnole. Dal 1° Luglio la famosa spiaggia di Praia das Catedrais (Spiaggia delle Cattedrali) in Galizia, nella parte nordoccidentale della Spagna, conosciuta anche col nome castigliano Playa de Las Catedrales, ha un accesso limitato.

Cathedrals-Beach-Galicia-585054
La spiaggia, una delle 15 più belle del mondo, secondo l’ultimo TripAdvisor Travellers’s Choice Awards, deve il suo nome alla bellezza mozzafiato delle sue rocce e cave, scavate dal vento e dal mare, che sembrano delle cattedrali.

Da questo momento per godere del fascino di questo posto indimenticabile bisognerà usare il controverso sistema di prenotazione online ideato dalla Regione della Galizia. Si tratta di una modalità per regolare gli accessi dei turisti, i quali potranno utilizzare solo questo sistema per essere certi di vistare una delle più belle spiagge del mondo.

beach-304762
Il sistema, va detto, ha sollevato tante perplessità e critiche piuttosto feroci. Lo stesso sindaco della città di Ribadeo, Fernando Suarez, il comune che ospita la famosa spiaggia, è stato il primo a definire questo sistema un errore madornale. Molti degli abitanti coinvolti nelle attività commerciali del posto stanno organizzandosi con una petizione per opporsi al provvedimento.

Il sistema che è stato ideato è effettivamente piuttosto complesso. I turisti, tanto per incominciare, devono effettuare le loro prenotazioni una quindicina di giorni prima. Il booking online prevede poi il riempimento di un form con nome, cognome, indirizzo e dati del passaporto o della carta di identità.

Spain-beach-Gallica-304760
Secondo quanto però sostiene un portavoce della Regione Galizia, la prenotazione online è solo una delle azioni previste da un piano che intende proteggere il patrimonio naturalistico, messo a dura prova dall’impatto dei turisti che arrivano a rovinare le rocce, incidendole con il proprio nome.

Insomma, siamo solo al primo round del match tra le ragioni dello sviluppo turistico e quelle della protezione ambientale.

Via| Express Travel

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.