Crociera lungo il Danubio: 5 città da vedere

Budapest, la capitale dell’Ungheria, può essere anche il punto di partenza per una entusiasmante crociera lungo alcune antiche e bellissime città fluviali. Ecco appunto quali sono le 5 città da visitare nel corso di una crociera lungo il Danubio

Cruise-on-a-river-in-the-sun-587273

Budapest

A Budapest la maggior parte delle navi da crociera attracca in vista della costruzione neogotica del Parlamento, quasi una copia dell’Houses of Parliament di Londra in Gran Bretagna, solo leggermente più stravagante. Il Danubio divide Buda da Pest, con il Parlamento che resta sul lato di Pest e il Palazzo Reale del quartiere del Castello sul lato di Buda.

Il palazzo oggi ospita il Museo di Storia e la Galleria Nazionale Ungherese, con la Chiesa gotica di S. Mattia nelle vicinanze, vicino al Bastione dei Pescatori – una fortificazione molto scenografica. Giù per la collina, sul lato di Buda, ci sono i bagni turchi di Kiraly del XVI secolo e i bagni Gellert, con annesse terme, luoghi assolutamente da visitare.

Ma ecco quali sono le altre 4 città assolutamente da visitare nel corso di una crociera lungo il Danubio

Bratislava

Bratislava: la principale città della Slovacchia è inserita tra la vivace Budapest in Ungheria e Vienna, la capitale imperiale austriaca sulle rive del Danubio. Il centro storico è come il set di una fiaba di Hans Christian Anderson, con decine di costruzioni nella classica architettura austro-ungarica.

L’unica porta di quella che anticamente era una città cinta da mura che rimane è una torre bianca sormontata da una guglia verde, mentre il vecchio Municipio, ora un museo, è il più antico in tutta la Slovacchia. La ripida salita fino al castello, che ospita più musei, vale sempre la pena per la vista sui tetti rossi della città vecchia che si può godere da lassù, in contrasto con i grattacieli sovietici costruiti sull’altro lato del Danubio.

Le navi ormeggiano a pochi minuti a piedi dal centro storico e dal momento che la Slovacchia oggi fa parte dell’Unione europea si ha anche un altro vantaggio: la moneta è l’euro.

Vienna

Vienna: la capitale austriaca è il punto di maggior spicco di questo tratto del Danubio, anche se le navi da crociera fiume sono ormeggiate un po’ lontano e una corsa in autobus, in navetta o in tram vi porterà verso dal centro della città verso il molo.

Le principali attrazioni includono il Palazzo Hofburg, sede di numerosi musei, tra cui il Museo di Storia dell’Arte, il Tesoro e la galleria con la Hare di Dürer e gli studi di Klimt sulle donne. Questa comprende anche la famosa scuola di equitazione spagnola, da cui è possibile spesso intravedere degli stalloni lipizzani.

La Cattedrale di Santo Stefano si trova nel centro della città in Stephansplatz, ed è circondata da strade piene di negozi, e nel giro di pochi minuti si può arrivare al Caf = E9 Sacher, sede storica della Sachertorte al cioccolato.

Norimberga

Norimberga: Il centro medievale circondato ad mura, con la sua enorme cattedrale gotica e la fortezza dell’11 ° secolo, furono ricostruite mattone su mattone dopo la seconda guerra mondiale, e il risultato è veramente stupefacente.

Tradizioni secolari nella costruzione dei giocattoli fanno della città bavarese il posto giusto per il suo originale Museo del Giocattolo. Giocattoli di legno sono stati realizzati qui sin da tempi più antichi e giocattoli di latta solo a partire dalla rivoluzione industriale: una tradizione che è in parte il motivo per cui uno dei migliori mercatini di Natale della Germania si svolge nella sua grande piazza del mercato durante tutto il mese di dicembre.

Ma tra i suoi luoghi più affascinanti è la Reichsparteitagsgelende, i Rally Grounds del partito nazista vicino al palazzo dei Congressi, piuttosto lontano dal centro storico. Qui un Centro di Documentazione si concentra ora sulla propaganda e del dopoguerra prove prima della guerra.

Le navi ormeggiano sul canale del Danubio, che si raggiunge con un bus navetta dalla città.

Regensburg

Regensburg: è uno dei luoghi più suggestivi di questa splendida città fluviale. Particolare è lo Steinerne Brucke, che risale al X secolo, il ponte più antico sopravvissuto sul Danubio.

Fino a quando lo Steinerne non venne costruito, tutti gli altri ponti di legno vennero continuamente spazzati via dal fiume, ma questo ponte di pietra medievale non solo ha fatto di Regensburg un centro fondamentale per il commercio, ma il concetto architettonico di cui si è fatto ispiratore è stato poi utilizzato come modello per molti altri importanti ponti europei.

Ci sono diversi musei, come il Vecchio Municipio, tra i più interessanti della città – che ha ancora al suo interno le celle del carcere e le camere di tortura.

Via | express.co.uk

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.