Viaggio ad Hong Kong, la città dalle mille luci

Una cosa che risulta subito evidente dal momento in cui l’aereo atterra in aeroporto ad Hong Kong, nell’estremo confine dell’Asia, è che si tratta di una delle città più illuminate del globo, in cui è come se fosse sempre giorno per 24 ore di fila. Una possibile ragione di ciò sta nel fatto che il centro di Hong Kong è incredibilmente compatto e pieno di grattacieli – e l’isola pulsa come un gigantesco neon multicolore. Nel quartiere settentrionale di Kowloon, invece, sono le foreste di grattacieli e condomini che illuminano a giorno il cielo notturno. 

travel-city-break-Hong-Kong-Tamara-Hinson-591276

Come se non avesse mai abbastanza luminosità, Hong Kong si dedica anche a spettacoli di luce. Provate a prendere la Symphony of Lights, la crociera sul Aqua Luna, una tradizionale barca cinese, che parte dal molo di Tsim Sha Tsui alle 19.30 ogni giorno e ne avrete la prova. Qui vi potrete lasciare cadere su divani in stile chaise longue, con bicchieri di vino in mano per ammirare lo spettacolare orizzonte di Hong Kong, sempre di color incandescente per essere poi attratti da un grande suono e dallo spettacolo di luce più impressionante del mondo. Gli edifici più alti di Hong Kong si accendono e si oscurano al tempo di una colonna sonora di musica classica.

Altre attrazioni di Hong Kong includono una scala mobile, il Central Mid-Levels che si trova nel centro di Hong Kong ed è il più grande sistema di scala mobile coperto del mondo, costruita per traghettare i lavoratori al quartiere centrale degli affari. Dalle 6 di mattina alle 10 si muove in discesa, mentre in salita dalle 10.30 a mezzanotte.

Questa scala mobile, che ha aperto nel 1993, ha dato nuova vita a parti precedentemente deserte di Hong Kong, e un giro sulla scala in movimento lunga 800 metri è un’esperienza affascinante. Si possono notare mercati, ristoranti e uffici, quindi verso l’alto attraverso bancarelle e bellissimi templi circondati da nuvole di incenso.

Chi è alla ricerca delle attività più tradizionali amerà molto i mercati di Hong Kong. Il mercato Graham Street, vicino alla base della scala mobile Central-Mid-Levels, che offre uno sguardo sulle predilezioni gastronomiche ed esotiche dei residenti di Hong Kong. Tra la frutta tradizionale c’è anche la famigerata durian, un frutto spinoso bandito dalla maggior parte degli alberghi per il suo aroma pungente – i più lo descrivono come una combinazione di odori sgradevoli, come calzini sudati e latte marcio.

Hong Kong, probabilmente non è il posto migliore per i cacciatori di affari- è più costoso della super-economica Bangkok e solo leggermente meno rispetto a Londra. I migliori affari spesso si presentano sotto forma di offerte due-per-uno, ed i negozi che circondano la stazione MTR Mong Kok sono un esempio calzante.

Questa zona è affettuosamente chiamato Sneaker via a causa dei numerosi negozi di sport, e anche se i prezzi non sono particolarmente bassi, i fan più accaniti sneaker troverete un sacco di varietà in edizione limitata. I fan di marchi di stilisti dovrebbero dirigersi a Canton Road, dove le vetrine neon di Gucci, Fendi e Chanel contendono l’attenzione.

Travel-317566

Nessuna visita a Hong Kong sarebbe completa senza una visita a Macao. Il SAR (Regione amministrativa speciale) è una penisola sottile collegata alla Cina continentale, e si impiegano circa 50 minuti di traghetto da Hong Kong per aggiungerla. Spesso ingiustamente liquidata come la sorealla povera di Las Vegas, Macao potrebbe anche avere i più grandi casinò e hotel di tutto il mondo, ma è sede di bellissimi templi, come la A-Ma. 

Se si visita la mattina, vedrete i visitatori sfregare il manico di un piatto pieno di acqua. La leggenda dice che se si creano increspature nell’acqua sarete benedetti da tanta buona fortuna, che per molti si traduce in una grande vittoria in uno dei casinò di Macao.

Sull’isola di Taipa, collegata a Macao da un ponte, si può visitare la vivace Rua do Cunha, che prende il nome dall’esploratore portoghese Tristão da Cunha. Si tratta di una strada stretta piena di bancarelle che vendono torte all’uovo – una prelibatezza di Macao – e piccoli ristoranti portoghesi.

Si possono mangiare gamberi fritti con aglio a O Santos, e poi dirigersi verso la torre di Macao, dove, a 233 metri dal suolo, si può essere avvolti in imbracature per una passeggiata guidata lungo il perimetro esterno. La vista è spettacolare, anche se non per coloro che temono le altezze.

Gli alberghi di Macao sono mozzafiato. Alla MGM Macau, rimarrrete meravigliati dall’arancione brillante della scultura di Dale Chihuly nella lobby prima di notare lo spazio adiacente. Vi è un centro commerciale, l’One Central, anche se i visitatori hanno bisogno di vincere alla grande per comprare le merci esposte nei suoi negozi di design.

Via | express

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.