Alla scoperta della città di Helsinki in Finlandia

Luce senza fine, bellissime architetture e un sacco di attività da svolgere all’aria aperta. Helsinki, in Finlandia è il posto ideale per trascorrere una fresca vacanza estiva. Tanto più se, come i finlandesi, impazzite per il salame di renna. 

Travel-314910

Fuori, per le strade del  quartiere bohemien di Kallio, ad Helsinki, la temperatura si aggira intorno ai 27 ° C, almeno in un mite pomeriggio di inizio estate. All’interno, invece, si può arrivare persino ai 55 ° C di calore, in una zona come la Sauna di Arla, una delle più antiche della città, una delle ultime tre saune pubbliche rimaste, per signore.

Perché? Beh, i finlandesi hanno un rapporto molto speciale con queste calde casette di legno. In realtà, la maggior parte delle case, dei condomini, degli uffici, degli alberghi e persino il loro edificio del Parlamento ne hanno una.

Qualunque sia il periodo dell’anno, dalle temperature a picco dell’inverno (che dura da metà ottobre a fine aprile, quando si può avere un clima freddo con meno 45 ° C) a piena estate, i finlandesi andranno alla sauna, almeno una volta alla settimana, per purificarsi, meditare e socializzare.

La sauna finlandese è un buon modo per iniziare a capire il carattere nazionale; in inverno, le saune sono, senza dubbio, un rifugio dal freddo e dalla neve senza fine – mentre in estate sono un’alternativa alle molteplici attività all’aperto disponibili qui. Helsinki è una città ben posizionata e ben dimensionata. Seduto verso la punta più meridionale del paese, vigila un arcipelago di oltre 300 piccole isole, alcune delle quali vantano spiagge incantevoli (come Pihlajasaari e Uunisaari), e uno dei quali, Seurasaari, è un museo a cielo aperto.

Una delle isole più interessanti da visitare è Suommenlina, patrimonio mondiale dell’UNESCO, dove è stata costruita una storica fortezza marittima nel 1748. Si raggiunge con un viaggio di 15 minuti di traghetto dalla Piazza del Mercato della città (un biglietto di sola andata ha il costo di tre euro, oppure gratis con una carta di Helsinki, che offre l’ingresso gratuito a una serie di attrazioni, a partire da 48 euro per 24 ore), ed è uno dei luoghi più popolari.

Originariamente costruita durante il periodo di quei 60 anni, in cui la Finlandia è stata governata dalla Svezia (se ci fate caso i segnali stradali sono ancora in svedese e in finlandese), è stata poi abitato dai russi, che conquistarono il paese nel 1809. Attualmente ospita più di 850 residenti e dispone di diversi musei interessanti, tra cui un museo meravigliosamente nostalgico che per tema i giocattoli e un’ala del principale museo militare, nonché un sottomarino originale  del 1930 che è entrato in azione durante la seconda guerra mondiale, e di cui è possibile esplorare gli interni angusti.

travel-Helsinki-Finland-Laura-Millar-589945

La Finlandia è riuscita a ottenere l’indipendenza dalla Russia nel 1917, ma Helsinki reca ancora molte belle eredità del dominio russo. Rientrando da Piazza del Mercato (conosciuta come Kauppatori), vedrete diversi eleganti edifici neoclassici in colori pastello, dal giallo primula del Palazzo del Presidente, al color azzurro cielo delle sue caserme.

Ad un paio di strade di distanza c’è l’imponente Piazza del Senato, dominata dal bianco, la facciata della Cattedrale della città, come una enorme torta nuziale e a fianco il Palazzo del Governo, seguito dall’edificio principale dell’Università.

Il fiore all’occhiello dei russi e del loro passaggio, però, è la magnifica Cattedrale di Uspenski, a cinque minuti a piedi a est dalla Piazza del Senato. Costruita sotto il dominio dell’imperatore Alessandro II, i suoi campanili e le sue torrette sono sormontate da cupole distintivi che dominano l’orizzonte. E ‘un piccolo assaggio di San Pietroburgo – dobbiamo ammetterlo, che si trova solo ad un viaggio in treno di quattro ore di distanza.

La popolazione della città di Helsinki è pari a circa 600.000 abitanti, ma non è mai affollata. Fate una passeggiata verso ovest, lungo la Esplanadi, uno dei suoi principali viali fiancheggiati da negozi di design, alberghi di lusso e caffè, che si affaccia su un giardino, dove i finlandesi amano sedersi e fare pic-nic sotto il sole d’estate.

L’estate è un grosso problema qui; si può avere solo due o tre mesi (da giugno ad agosto), nel corso dell’anno, ma viene utilizzata al meglio, in modo che nei lunghi giorni della bella stagione (in piena d’estate, il sole tramonta a malapena) i residenti possano godere di pic-nic, feste e concerti, fino ad oltre la mezzanotte.

Una parte del piacere di passeggiare per il centro della città sta nell’osservare i diversi stili di architettura. Ammirate i romantici appartamenti isolati in stile liberty a est della Cattedrale Uspenski. Anche la stazione ferroviaria centrale vive di una splendida art-déco, disegnata da uno degli architetti più famosi della Finlandia, Eliel Saarinen – il suo ingresso principale è affiancato da quattro statue che portano lampade – e la moderna Kiasma, il museo d’arte contemporanea.

Non c’è da meravigliarsi del fatto che la città sia stata votata la World Design Capital, tre anni fa. C’è un “design district” dedicato, che si trova su diverse strade ad ovest della stazione ferroviaria, ed è sede di gioiellerie, negozi di antiquariato, abbigliamento, interni boutique, e altro ancora. Altrove, potete cercare tradizionali marchi di design finlandesi come Iittala.

Via | express

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.