10 cose completamente gratis da fare a Bruges in Belgio

La bellissima e navigabile Bruges, in Belgio, chiamata anche la “Venezia del Nord”, a causa dei suoi storici canali, condivide con il capoluogo veneto la singolare particolarità di essere anche una città molto cara? O in una vacanza a Bruges possiamo avere la fortuna di imbatterci in qualcosa di non così eccessivamente costoso? 

Questa città belga, in verità, è alla portata delle tasche di chiunque. Ecco infatti 10 cose completamente gratis da fare a Bruges in Belgio.

Bruges-canal-with-tourists-sailing-on-588054

1. Al centro di Bruges si trova il mercato storico, con la sua vasta piazza aperta delimitata da ricchi monumenti e adornata di edifici medievali. L’area ha subito una ristrutturazione enorme a metà degli anni ’90 e ora è completamente pedonale, una sorta di Mecca per turisti con il naso all’insù piena di caffè e carrozze anche con cavalli. Qui troverete il bellissimo campanile del 12 ° secolo in stile neo-gotico che appartiene all’edificio della Corte provinciale.

2. Procedendo oltre vedrete la svettante  guglia della Chiesa di Nostra Signora di Bruges  prima della vista iconica del campanile. Conosciuto come uno degli edifici più belli della città, ci sono voluti due secoli per completare la sua realizzazione e oggi ospita un’incredibile collezione d’arte, compresa la famosa scultura della Madonna col Bambino di Michelangelo. L’ingresso alle singole parti della chiesa è gratuito, ma dovrete pagare un prezzo simbolico per vedere tutto.

3. Prendete per le tortuose strade acciottolate dei dintorni e immergetevi nelle meraviglie del centro medievale di Bruges – sito patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2000. Il cuore gotico della città è architettonicamente importante come è stimolante la testimonianza della importanza storica di Bruges come capitale commerciale e culturale dell’Europa.

4. La Basilica del Sacro Sangue, che si trova a Burg Square, vanta due splendide cappelle e un livello superiore gotico splendidamente ornato. Pellegrini e turisti si affollano qui però a testimoniare la piccola fiala di sangue sacro che secondo la tradizione religiosa sarebbe appartenuto a Gesù Cristo, ora custodita nella Cappella del Santo Sangue. L’entrata nella basilica è gratuita ma dovrete pagare qualcosa se volete entrare nel suo piccolo museo.

5. Per alcuni il massimo del romanticismo nella cuore della città si vive nel piccolo parco di Hof Arents di Bruges. Questa incantevole zona è sede di una serie di sculture dell’artista Rik Poot, noto come i ‘Cavalieri dell’Apocalisse’. Hof Arents è anche la sede del Ponte San Bonifacio che è un luogo meraviglioso dove scattare fotografie, in ragione della sua particolare architettura, oltre ad essere etichettato come “ponte degli innamorati”.

6. Se vi trovate per qualche giorno in città non perdete il bellissimo quartiere Begijnhof  di Bruges – il cui nome completo ha a che vedere con una principessa e una vigna – che è stato fondato nel 13 ° secolo come un ordine per le giovani donne o vedove che volevano dedicarsi alle opere di carità. I residenti dei nostri giorni del pittoresco quartiere, un complesso  con giardino finemente imbiancato, includono un convento di monache benedettine.

7. Nella parte meridionale della città si trova un lago tranquillo chiamato ‘Minnewater‘ anche conosciuto come il Lago dell’Amore. Originariamente un molo per le chiatte che viaggiavano tra Bruges e Gand, la leggenda locale vuole che chi vi passa trovi il vero amore se cammina sul ponte del lago con l’altra metà. Salici piangenti, sentieri tortuosi e panchine con vista fanno di questo luogo un posto incantevole per una passeggiata.

8. Fate un salto al mercato ittico di Bruges o ‘Vismarkt’, costruito nel 1812, in cui le enormi lastre di pietra del colonnato sono ancora utilizzate dai fornitori fino ad oggi. Nei fine settimana troverete anche bancarelle di antiquariato e bric-à-brac, ma questo luogo è anche molto suggestivo di notte, quando non si vede molto ma c’è molto più spazio a disposizione.

9. E veniamo ai luoghi di cultura: il Teatro Comunale di Bruges è stato costruito nel 1868 e questo bellissimo edificio neo-rinascimentale è uno dei meglio conservati del suo genere in Europa. Situato nella zona di Jan Van Eyck Square, una statua posta di fronte rappresenta il Papageno di Mozart, il personaggio de ‘Il flauto magico’. Inoltre è vicino alla recentemente restaurata Old Toll House, costruita nel 1477.

10. Per secoli Bruges è stato conosciuto come un centro di produzione di merletti e questo mestiere di alta qualità artigianale è ancora vivo e vegeto in città. Vedere una dimostrazione dal vivo presso il rinomato Museo del Merletto vi costerà una piccola quantità di denaro, ma nella grande Piazza Burg troverete negozi di merletti e bancarelle in abbondanza – ai quali, tra le altre cose, potrete accedere gratuitamente. Sarà poi vostra la scelta se portare o meno a casa un piccolo ricordo di questo luogo.

Via | express.co.uk

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.