10 buoni motivi per visitare l’Islanda in inverno

E’ una delle terre meno ospitali del globo, ma forse per questo è anche una delle più affascinanti. All’interno del suo territorio si possono contare le ere geologiche del pianeta, e camminare, allo stesso tempo, su due delle più importanti placche tettoniche. Stiamo parlando della bellissima Islanda, la terra dei magici contrasti, dell’acqua e del fuoco, del geyser e del ghiaccio.  Niente vi affascinerà di più che un viaggio in Islanda. E perché non visitare questa nazione proprio in inverno

L’Islanda non è famosa per i suoi monumenti o per le sue città ma soprattutto per i suoi paesaggi. E’ uno dei migliori punti di osservazione in Europa del sorprendente fenomeno atmosferico dell‘aurora boreale. Esistono anche diversi alberghi che offrono soluzioni ad hoc, in cui si può dormire praticamente sotto le stelle, o magari godersi il proprio idromassaggio sotto il cielo stellato.

ION Hotel, il miglior albergo per osservare l’aurora boreale

lighthouse-893528_960_720

Separata dal resto del continente europeo, l’Islanda è una nazione che gode di una posizione particolare. Anche dal punto di vista della sicurezza, infatti, il suo essere a una considerevole distanza dalle tratte più frequentate dal turismo internazionale la rende uno dei paesi più sicuri da visitare al momento, come risulta da un recente sondaggio.

I 10 paesi più sicuri in cui viaggiare in caso di guerra e attacchi terroristici

Con voli diretti dalle principali città europee, gli incredibili paesaggi vulcanici e le location cinematografiche dell’Islanda che avete così tante volte visto in Game of Thrones, ecco 10 motivi per partire ora.

10 buoni motivi per visitare l’Islanda in inverno

1. Fate un tuffo nelle calde acque della splendida Blu Lagoon Spa. Oppure, se si desidera cambiare il proprio itinerario per imbattersi nella celebrità locale Bjork, fate la fila in uno dei centri termali della città. La maggior parte degli abitanti del posto preferisce riscaldarsi e rilassarsi qui dopo il lavoro, piuttosto prendere una birra. Tutte le informazioni su come organizzare al meglio la propria vacanza in Islanda si possono trovare su www.visiticeland.com

2. Soggiornate in un hotel 101 a Reykjavik. E’ un ottimo hotel boutique con una posizione che è perfetta per conoscere la città. Camere doppie a dicembre da 187 sterline a notte (37,30.00 ISK).

3. Andate a vedere l’aurora boreale. Il miglior suggerimento è quello di organizzare un viaggio doppio, con il soggiorno a Reykjavik, in combinazione con una notte nel Parco Nazionale dove i cieli scuri ne fanno un luogo ideale per vedere l’aurora boreale. Alcune compagnie di pullman offrono un servizio dall’Hotel Ion nel parco prima di dirigersi verso la città per due notti. Lo Ion ha un bel bar con vetrate per vedere il cielo. Le camere doppie attualmente costano circa 235 (o 47000 ISK)

iceland-680417_960_720

4. Non perdete la bellissima cascata di Gullfoss – è una sorta di versione ‘selvaggia’ delle Niagara Falls! E’ una delle tappe previste nel tour di un giorno Golden Circle del Parco Nazionale di Pingvellir. Il tour, con Islanda Escursioni, ferma anche presso il sito dei geysirs più famosi e costa circa 50 sterline per una gita di un’intera giornata.

5. Fate un giro in quad attraverso il paesaggio lunare della linea vulcanica dell’Islanda in un tour di un’ora con la società ATV Adventures, che fornisce anche uno spesso e caldo soprabito e un casco. Ultimo suggerimento – prendete i vostri spessi guanti da sci in quanto le temperature medie di dicembre possono essere intorno a -1 grado C. Se non avete visitato la Laguna Blu sulla strada per l’aeroporto, è possibile combinare la visita nello stesso pomeriggio. Il costo è intorno a 72 sterline per un solo pilota – o meno se si guida in due.

6. Ammirate il paesaggio innevato e l’acqua che si riflette nei 1.000 specchi di forma diversa che compongono le pareti dell’Harpa Concert di Reykjavik e del performing arts center. Ci sono speciali visite a piedi all’interno del centro sul porto e vale la pena di vederlo di notte quando le luci colorate trasformano le mura di vetro dopo il tramonto.

iceland-554099_960_720

7. Siate coraggiosi e provare un assaggio della pulcinella – una delle prelibatezze locali. L’Islanda ha pochi animali autoctoni utilizzati nel menù così i pesci e la pulcinella di mare sono due dei piatti locali e insieme a questi lo squalo fermentato è considerato una vera prelibatezza. Provate a mangiare presso Saegrefinn (qui vi potrete accomodare nel The Sea Baron) un ristorante che sorge sull’harbourside. La vodka ‘shot’ che viene servita con questi piatti è essenziale per mascherare il gusto!

8. Assaggiate le tapas – un piatto facile per i turisti. Anche in questo caso, si dovrebbe trovare qualcosa di simile in offerta nei ristoranti sul porto – o in alternativa il mercato del cibo vicino Harpa offre anche campioni di pesce essiccato e altre specialità, tra cui il cervello!. Per saperne di più potete leggere una scheda turistica in merito ai tour gastronomici che si possono compiere a Reykjavik.

9. Saltate di bar in bar – ma preparatevi a rimanere alzati fino a tardi. La gente del posto alla moda non esce fino a mezzanotte nella notte di Venerdì, quindi i bar non cominciano fino all’1. Il Trendy Kaffibarinn è posseduto in parte da Blur Damon Albarn. Non si può sbagliare posto perché ha l’insegna di una stazione della metropolitana sulla parete esterna. Una pinta di birra qui può costare fino a 8 sterline, solo una pinta, a seconda di quale si sceglie.

10. Portate a casa un drink da shot – una bottiglia di liquore di Bjork è un regalo interessante da riportare. E’ certamente una bevanda da shot e si può acquistare a Reykjavik per circa 27 sterline.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.