Quali sono le batterie ricaricabili più ecologiche ed efficienti?

Cosa succederebbe alle nostre vite se ci fosse una interruzione di corrente? In caso di black-out una fornitura di batterie è una mossa intelligente, ma se si trattasse di batterie ricaricabili sarebbe ancora più intelligente. 

I vantaggi delle batterie ricaricabili sono abbastanza noti: durano molto, molto più a lungo rispetto alle loro cugine usa e getta (fino a 1.000 ricariche!), cosa che consente di risparmiare risorse e contribuisce a ridurre il numero di batterie che finiscono nei rifiuti e limitano le perdite di metalli tossici nelle discariche. Molte sono anche riciclabili alla fine del loro considerevole ciclo di vita. E un altro bonus per coloro che non possono necessariamente basarsi sulla griglia di partenza – è possibile ricaricarle sotto il sole con un caricatore solare (ma ne parleremo più avanti).

Ma quali batterie si dovrebbe comprare per le emergenze?

rechargeablebatteries

Prima di parlare di marche, una parola su quelli che sono i tipi di batterie ricaricabili esistenti in commercio: ci sono un paio di diverse tecnologie nel settore di produzione, con le più nuove che sono di nichel-metallo idruro (NiMH), nichel-cadmio (NiCd), e agli ioni di litio (Liion) . (Ci sono anche poche altri là fuori.)

Le migliori batterie ricaricabili

La soluzione più intelligente prevede di buttare o eliminare le NiCd; usano cadmio altamente tossico, detengono meno energia, e sono a loro modo di obsolete. Le batterie Li-ion, agli ioni di litio, d’altra parte hanno un sacco di vantaggi in loro: possono impacchettare più energia-per-peso rispetto alle altre batterie, essere caricate più velocemente (perdendo solo il 10 per cento di carica al mese quando non sono in uso), e non cadono vittime dell'”effetto memoria”, con cui la capacità piena di una batteria si riduce gradualmente. Le Li-ion in genere si vedono sui dispositivi che utilizzano batterie agli ioni di litio come computer, telefoni cellulari e fotocamere digitali. Non sono disponibili in dimensioni standard, come le AAA o le C.

Questa analisi lascia le batterie NiMH ricaricabili per l’accensione di una torcia, una radio, degli strumenti tecnici, e magari un piccolo phon o  un frullatore – cioè non stiamo parlando di generatori alimentati a batteria o di altri grandi, costosi apparati per la vostra casa). E c’è un altro chiaro vincitore tra queste: le batterie NiMHs a bassa autoscarica. Questo modello è precaricato, ma ancora meglio, mantiene la sua carica per periodi di inattività più lunghi – stiamo parlando di una perdita di potere pari a solo il 10 o il 25 per cento nell’arco di sei mesi, contro una perdita mensile del 40 per cento nelle NiMHs normali. Ciò significa che non dovrete preoccuparvi di caricare le vostre batterie di backup più di ogni paio di mesi, cosa che dovrebbe farvi risparmiare energia.

I caricabatterie

Infine, una brillante idea per il caricabatterie stesso: il consiglio è di collegare un caricabatterie intelligente, o uno che spegne automaticamente l’alimentazione quando le batterie sono completamente cariche. I caricatori solari sono un’altra opzione totalmente praticabile, se si sta cercando di caricare la batteria agli ioni di litio del proprio telefono o altre AA. Alcuni modelli memorizzano la loro energia in una batteria che si collega ai dispositivi via USB, mentre altri possono avere batterie di dimensioni standard di potenza, in modo da scegliere di conseguenza.

E per quanto riguarda la scelta delle marche? Senza dubbio in commercio ce ne sono molte a disposizione, ma forse ogni persona, che ha esigenze di verse dal punto di vista dello stoccaggio dell’energia ha le proprie. A livello internazionale ci sono le Eneloop Sanyo, una batteria NiMH precaricata che racchiude più potere e dura più a lungo rispetto alla concorrenza. Una batteria similare potrebbe essere un buon punto di partenza per uscire indenni da quelle improvvise interruzioni di corrente che ci fanno ricordare di non avere in casa nemmeno una pila di scorta.

Via | grist

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.