La NASA inventa il laptop chimico per intercettare gli alieni

Un computer portatile sviluppato dalla NASA potrebbe un giorno rivelare tracce di alieni o vita su un altro mondo. Gli scienziati che lavorano con l’agenzia spaziale sono in fase di sviluppo di uno strumento chiamato laptop chimico in grado di leggere un campione di materiale su un altro corpo cosmico – come la terra ghiacciata di Giove, l’affascinante luna Europa o su Marte – e capire se alcune firme potrebbero essere segni di vita aliena.

Il portatile è progettato per prelevare un campione di liquido e mescolarlo con un colorante che analizzerà amminoacidi o acidi grassi – composti organici che possono essere una firma della vita – che possono poi essere selezionati tramite rilevamento laser.

“Il nostro dispositivo è un analizzatore chimico che può essere riprogrammato come un computer portatile per eseguire funzioni diverse,” ha detto a Mashable Fernanda Mora, un tecnologo del NASA Jet Propulsion Laboratory che sta contribuendo a sviluppare lo strumento.

chemical-laptop

“Come su un portatile normale, abbiamo diverse applicazioni per le diverse analisi, come aminoacidi e acidi grassi.” Suona abbastanza semplice, giusto? Ma c’è un problema.

Gli amminoacidi e i grassi sono entrambi ingredienti chiave della vita come la conosciamo – le proteine ​​sono formate da aminoacidi, mentre gli acidi grassi si trovano nelle membrane cellulari – tuttavia, entrambi possono anche formarsi in natura, senza una scintilla di vita, il che significa che la loro sola presenza non è un segno sicuro di attività aliena.

A causa di questa complessità, il Laptop Chemical è progettato per distinguere tra versioni biologiche e naturali degli acidi. Gli scienziati hanno scoperto che gli amminoacidi possono essere sia destri che mancini. Sulla Terra, la maggior parte degli aminoacidi trovati è mancina, uno “standard”, che potrebbe essere stato stabilito quando la vita è iniziato sulla Terra,  ha detto la la NASA.

“Se un test ha trovato un mix 50-50 di aminoacidi mancini e destrimani, potremmo concludere che il campione non era probabilmente di origine biologica” dice Jessica Creamer, una borsista post-dottorato presso il NASA Jet Propulsion Laboratory.

«Ma se dovessimo trovare un eccesso di destra o sinistra questa sarebbe la migliore evidenza che esiste finora della vita su altri pianeti.” Poiché lo strumento si basa su campioni liquidi, potrebbe essere l’ideale per l’uso su un mondo come Europa. Gli scienziati hanno a lungo pensato che Europa potrebbe ospitare vita microbica. Il portatile avrebbe solo bisogno di un po ‘di ghiaccio sciolto per essere in grado di eseguire l’esempio attraverso il sistema.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.