Il jet supersonico che vola da Londra a New York in mezz’ora

Ti piacerebbe viaggiare da New York a Londra in meno di un’ora? Un inventore fantasioso ha sviluppato un nuovo concetto di jet supersonico che potrebbe portare i passeggeri attraverso l’Atlantico in soli 30 minuti – almeno in teoria.

Il concetto di velivolo, soprannominato il Skreemr, nasce da un’idea di Carl Bombardier, un ingegnere e inventore che scrive circa i suoi progetti prototipi futuristici sul quotidiano canadese The Globe and Mail. L’ultimo disegno di Bombardier descrive un aereo passeggeri che può viaggiare a 10 volte la velocità del suono, o appena sotto le 8.000 miglia all’ora (per macinare in totale 12,348 mila chilometri all’ora).

skreemr-jet-2

Se un tale jet fosse mai costruito, sarebbe cinque volte più veloce del Concorde, un aereo passeggeri supersonico ora in pensione che, una volta isalito nel cielo a velocità ha raggiunto la velocità de Mach 2.04 (più di due volte la velocità del suono, a 1.565 miglia all’ora, o 2.519 km / h).

Questo nuovo concetto di aereo passeggeri potrà dunque viaggiare cinque volte la velocità del Concorde. Lo Skreemr è un concetto di aereo che potrebbe essere avviato ad altissima velocità con l’aiuto di un sistema di lancio in stile “railgun” a banda magnetica. Ciò aumenterebbe la velocità dell’aeromobile in modo sufficiente ad accendere il motore scramjet principale, rendendo possibile raggiungere velocità superiori a Mach 10.

Alcuni progetti di motori come questo sono stati sviluppati in questo momento dagli Stati Uniti e dalla Cina. Ci vorranno anni per vederle su droni militari costruitii in fabbrica, ma forse in un lontano futuro che potrebbe essere utilizzato per far volare passeggeri attraverso gli oceani ad altissima velocità.

Come funziona lo Skreemur

Il concetto dello Skreemr mira ad accendere la vostra immaginazione intorno a questa idea della velocità. Per raggiungerla dovrà utilizzare un sistema di lancio spaziale non proprio come i razzi convenzionali, ma molto simile, per accelerare l’aeromobile in fase iniziale. Si tratta di una bella sfida far raggiungere all’aereo tale velocità, dice il suo inventore, soprattutto a bassa a quota, dove l’aria è densa e il calore si accumula rapidamente su tutte le superfici.

Per raggiungere la sua incredibile velocità di Mach 10, il jet supersonico Skreemr avrebbe dovuto decollare da un “sistema ferroviario di lancio magnetico su rotaie,” Bombardier ha spiegato in un recente articolo comparso su The Globe and Mail. Le pistole della guida sono costituite da due rotaie conduttrici che producono un campo elettromagnetico che può spingere un veicolo in avanti ad alta velocità (un po’ come un treno a levitazione magnetica). Una volta che questo sistema di lancio mette l’aereo in movimento rispetto alla velocità del suono (più di 767 mph, o 1.235 km / h), ossigeno liquido e kerosene alimentano i razzi che servirebbero ad accendere il jet, Bombardier ha detto.

I razzi dello SkreemR manterrebbero la scalata dell’aereo in altitudine e fornirebbero spinta in avanti a velocità raggiungendo Mach 4 (più di 3.000 miglia all’ora, o quasi 5.000 km / h). Infine, il motore scramjet dell’aereo si accenderebbe, bruciando idrogeno e ossigeno compresso per spingere l’aereo in avanti a velocità, superando Mach 10 (più di 7.600 mph, o 1.220 km / h), ha aggiunto Bombardier.

Come i normali motori a reazione, i motori scramjet (abbreviazione di supersonic comburente ramjet) si combinano con l’ossigeno combustibile liquido per creare la spinta, secondo la NASA. Ma in un motore scramjet, l’ossigeno non proviene da un serbatoio a bordo dell’aeromobile; viene dall’atmosfera che sta attraversando il veicolo mentre si muove attraverso l’aria.

Il concetto futuristico di questo aereo può trasportare circa 75 passeggeri alla volta, ma questi viaggiatori ipersonici non potranno decollare a bordo di uno Skreemr in qualunque momento. Mentre i motori scramjet sono attualmente in fase di sviluppo negli Stati Uniti e in Cina, le applicazioni reali di questi dispositivi sono ancora molto lontane. E come Bombardier ha sottolineato nel suo recente post, gli scramjets sono suscettibili di essere utilizzati per veicoli aerei senza pilota, come droni militari, molto prima che qualcuno li utilizzi per un aereo commerciale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.