I famosi mattoncini Lego saranno prodotti in plastica sostenibile

Per moltissime persone ancora oggi Lego è sinonimo dei colorati mattoncini dell’infanzia, compagni di tanti pomeriggi e tante avventure. Ma LEGO Group ha recentemente lanciato una proposta ancora più sentita: ha promesso di sostituire  la plastica a base di olio delle sue costruzioni con materiali più sostenibili e più vicini all’ambiente. Si vocifera quindi che l’azienda danese abbia già impostato un calo nella produzione e si stia impegnando a trovare alternative ai materiali utilizzati.

legoheads

La società sta infatti versando un miliardo di corone danesi, pari a circa 150 milioni di dollari, ad un nuovo centro di materiali sostenibili, che  aprirà nel 2016. Il gruppo prevede inoltre di aggiungere altri 100 dipendenti nel giro di poco tempo. Questi ultimi si concentreranno in particolare sulla ricerca di nuovi materiali per i giocattoli e gli imballaggi utilizzati dall’azienda.

I classici  mattoncini, che probabilmente si potranno ancora guardare e toccare, esattamente come in passato, e saranno compagni di numerose avventure di gioco anche per le generazioni future, quelle dell’era digitale; i mattoncini saranno realizzati ancora di plastica, solo che la plastica non sarà prodotta dal petrolio.

Il gruppo Lego sta infatti cercando ogni buona occasione del mondo tecnologico contemporaneo per rendere più sostenibili i materiali di produzione fino ad oggi utilizzati. Questo intento potrebbe comportare l’uso di plastica riciclata, anche se è probabilmente più probabile che si tratti di qualcosa di biologico, una delle principali sfide del riciclaggio odierno sono proprio un paio di idee  su come farlo.

Cosa si inventerà quindi un’azienda innovatricae come la Lego? Come giocheranno i bambini di domani?

Via | grist.org

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.