I dispositivi per la realtà virtuale in arrivo nel 2016

Sotto molti punti di vista il 2016 sarà l’anno in cui vedremo arrivare sul mercato un numero abbastanza alto di dispositivi per la realtà virtuale, che diventerà sempre più parte della tecnologia dell’intrattenimento. Ecco da Mashable le ultime news in fatto di uscite e ritardi sulle uscite.

Touch, il controller VR portatile di Oculus VR, non verrà spedito insieme con le prime unità Oculus Rift, che si prevede di inviare nel primo trimestre del 2016. Invece Touch sarà disponibile nella seconda metà del 2016.

“Sul sentiero per perfezionare il tocco, abbiamo deciso che abbiamo bisogno di più tempo prima del rilascio, e dunque abbiamo intenzione di spedire i Touch nella seconda metà del 2016. I pre-odini si apriranno un paio di mesi prima del lancio”  ha detto la società in un post sul blog.

Oculus-Touch

Oculus dice che l’uscita del Touch è stata ritardata a causa del fatto che la società sta facendo “progressi significativi” di ergonomia, così come “l’attuazione di molti cambiamenti che rendono il tocco ancora più confortevole, affidabile e naturale”. Il poggia mano per il riconoscimento sarà anche migliorato, sostiene l’azienda.

Oculus ha dato l’annuncio il 31 dicembre, probabilmente sperando che le chiacchiere di Capodanno avrebbero facilitato la fitta dolorosa di un altro ritardo. Il prodotto principale dell’azienda, l’auricolare per la realtà virtuale Rift, era originariamente previsto per essere rilasciato nel 2015, ma è stato spinto più avanti nel 2016, con data e prezzo ancora sconosciuto – almeno per il trasporto esatto.

Anche se Touch non è necessario per giocare con Rift, che sarà disponibile con un controller Xbox One al momento del lancio, riesce a rendere l’esperienza della realtà virtuale molto più coinvolgente, riconoscendo i gesti delle mani di chi lo indossa come la realizzazione di un pugno o della mossa che mira verso qualcuno.

Gli auricolari per la realtà virtuale Vive di HTC, la cui data di lancio è stata recentemente spinta ad aprile 2016, dovrebbero invece essere forniti con i controllori palmari. Salvo ulteriori ritardi da entrambe le società, gli auricolari Rift saranno i primi ad arrivare nelle mani dei consumatori, ma Vive dovrebbe offrire una più coinvolgente esperienza VR.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.