Fotografia professionale: consigli per catturare i paesaggi

Per chi fosse dotato di talento naturale, ma anche per chi avesse una semplice passione, la fotografia professionale rappresenta un’ottima soluzione di carriera. Sebbene si tratti di un settore piuttosto competitivo, quello della fotografia è anche un ambito che può dare delle grandi soddisfazioni, oltre ad un buono stipendio.

Paesaggio

Indipendentemente dalla ragione, chiunque si avvicini alla fotografia non può non rimanere impressionato dalla fotografia paesaggistica, un ramo molto stimolante della fotografia professionale, in quanto consente di apprendere i metodi per realizzare gli scatti più emozionanti e suggestivi che solo un paesaggio può offrire. Inoltre, con l’evoluzione della tecnologia, oggi è possibile utilizzare delle macchine fotografiche di ultima generazione pensate per aiutare il fotografo nella realizzazione di scatti unici e coinvolgenti.

Se desiderate avvicinarvi alla fotografia professionale, o se volete semplicemente imparare a scattare delle foto paesaggistiche, leggete questo post e ne saprete di più. Se invece volete trarre ispirazione dalle opere di altri fotografi emergenti, visitate la gallery di stampe su tela di questo portale: ne vedrete delle belle!

Come realizzare al meglio una fotografia paesaggistica

Realizzare uno scatto paesaggistico non è cosa semplice: i paesaggi sono tra i soggetti fotografici più difficili ed impegnativi da immortalare, ma allo stesso tempo sono anche molto affascinanti.

A tutti capita di realizzare fotografie deludenti, oppure scatti che non trasmettano nulla e che risultino anonimi. L’aspetto più importante da curare per realizzare una fotografia ottimale è il soggetto, che, se viene inquadrato male, rende la fotografia banale e priva di punti che catturino l’interesse dell’osservatore.

Il soggetto è dunque il punto focale di una fotografia, anche di quella paesaggistica. Il secondo fattore da considerare quando si desidera immortalare un paesaggio è la profondità di campo: questa dovrà essere impostata al massimo anche mediante la modalità paesaggio disponibile in quasi tutti gli apparecchi fotografici moderni. Questo consente di conferire maggiore nitidezza alla fotografia, mettendo in risalto tutti gli elementi catturati nell’inquadratura.

L’elemento che più di tutti conferisce veridicità allo scatto è la luce, che può essere sfruttata dal fotografo in mille modi diversi, a seconda dell’interpretazione scelta dall’artista per il tipo di scatto. La variazione della luce e le conseguenti sfumature garantiscono uno scatto diverso ogni volta: un paesaggio risulterà molto diverso alla luce del tramonto rispetto allo stesso scenario immortalato alle prime luci dell’alba. La luce è dunque uno dei fattori che influenzano maggiormente una fotografia.

Torniamo alla profondità: si tratta dell’elemento responsabile della prospettiva, in grado di rendere una foto più o meno realistica mediante l’effetto tridimensionale.

Il trucco per massimizzare la profondità di un paesaggio è la scelta del soggetto in evidenza, da mettere a fuoco in primo piano.
In questo modo, l’occhio di chi osserva la fotografia riesce a cogliere meglio la profondità dello scatto, grazie alla percezione della distanza tra il soggetto e l’ambiente circostante, resa grazie alla messa a fuoco del soggetto.

Naturalmente, ai fini di uno scatto ben realizzato, la scelta del paesaggio da catturare è determinante, in quanto rappresenta il punto di inizio. Sarà dunque opportuno studiare bene ogni aspetto del paesaggio scelto, valutando l’esposizione della luce, le possibili prospettive, i vari punti di osservazione e le possibili posizioni per la macchina fotografica.

Quando si realizza un fotografia, non esiste cosa peggiore dell’effetto mosso, giacché la rende impossibile da apprezzare. A tale riguardo, tra le varie attrezzature di cui si deve disporre non può certamente mancare un cavalletto. Ma un bravo fotografo non si limita a realizzare degli scatti esclusivi ed emozionanti, bensì provvede alla promozione dei suoi scatti sul web, che oggi rappresenta lo strumento ideale per la divulgazione dei propri lavori.

Prima di tutto, dovrete creare un marchio da registrare che rappresenti i vostri lavori, per poi iniziare a condividerli online mediante i social network e i portali dedicati.

L’ultimo consiglio riguarda la creazione di un sito web personale sul quale pubblicizzare i propri scatti e il proprio nome, allo scopo di acquisire ancora più visibilità e popolarità nell’ambiente.

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.