Al Guggenheim la prima mostra online per investire nel futuro

Gli artisti hanno incorporato tattiche digitali nelle loro opere per anni, con l’obiettivo di presentare la tecnologia o di capire il nostro rapporto con essa. Una nuova mostra al Guggenheim, a cura di Troy Conrad Therrien, porta questo concetto ancora più avanti insieme ad Azone Futures Market, organizzando la prima mostra online del museo.

Lanciato la scorsa settimana, il progetto esplora l’architettura delle mostre spostando la tipica esperienza fisica nel mondo digitale. Si tratta di un “mercato che simula un magazzino web-based che esplora gli effetti potenziali di un mondo sempre più plasmato dalle tecnologie emergenti.” Il mercato on-line permette ai visitatori di capire non solo come funzionano i mercati, ma anche come la tecnologia può plasmare il nostro futuro.

Azone-Terminal

Per visitare la mostra, riporta Mashable, è necessario iniziare a fare trading. Vengono dati 10,000 Cain, la moneta di Azone, da investire in “futures” tratti dalla tecnologia, come l’intelligenza artificiale, i viaggi nello spazio, la commercializzazione e manipolazione genetica. Therrien ha lavorato con collaboratori quali artisti, architetti, teorici e strateghi per costruire 36 “futures” su cui è possibile investire, tra cui la governance algoritmica, la guerra senza sangue e la guida post-umana.

Invece delle negoziazioni in denaro come si farebbe in un mercato finanziario, il costo di un mestiere è un “suggerimento a caldo”, o informazioni sotto forma di articoli web. È possibile aggiungere un “suggerimento” con l’aggiunta di un link o promuovere qualcun altro. Ogni volta che qualcuno scambia su un suggerimento che hai fornito, sei premiato con Cain.

L’Azone Futures Market non è completamente isolato dallo spazio fisico del Guggenheim. The Terminal Azone è un’installazione con visualizzazioni interattive del mercato. Ispirato al terminale Bloomberg, e’ pensata per permettere alle persone di immergersi non più come partecipanti passivi ma piuttosto vedendo il mercato a partire dal “punto di vista di dio”, come dice Therrien.

Mentre l’installazione ha una data di fine, il Azone Futures Market non ne ha una, almeno per ora. Il mercato, quello vero, è fluido e dinamico. Come avviene in esso, i collaboratori possono intervenire per cambiare la sua architettura. Quando il mercato si è stabilizzato, nuovi strumenti finanziari, analisi visive, incentivi, notifiche e hack come trading robot verranno rilasciati periodicamente. Therrien ha detto che è un progetto che si basa sull’impegno dei partecipanti, quindi è un esperimento per vedere quanto tempo può sopravvivere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.