Basketball Girl: la bambina cinese senza gambe che ha dimostrato che nulla è impossibile

A un certo punto della sua vita, guardare Qian Hongyan è diventato straziante. A soli tre anni, infatti, questa bambina cinese ha perso le gambe in un terribile incidente. È stata così costretta a sopravvivere per anni e a muoversi con protesi fatte a livello locale, utilizzando per lo più un pallone da basket per coprire e proteggere la parte inferiore del busto e trovare una certa facilità nei movimenti.

E’ per questo che, con il tempo, è stata soprannominata Basketball Girl. Grazie al suo pallone la bambina cinese senza gambe ha usato cespugli ed altri oggetti per aiutarsi ad andare in giro, nonostante il fatto che il movimento in generale le risultasse piuttosto difficile.

lifebuzz-da85c4452e95a69c76db9d43be6cfb20-limit_2000

Ma poiché Qian era anche una bambina molto determinata, ha dimostrato che era in grado di cambiare la sua vita per sempre. Oggi vi vogliamo raccontare la sua incredibile storia, che testimonia che davvero nulla è impossibile. Per sedersi e sostenere se stessa, Qian era sempre accompagnata dal suo pallone da basket, ma aveva trovato il modo anche di camminare sulle sue mani, utilizzano dei rudimentali strumenti.

lifebuzz-81fd95b2032b53e2e1517e58339370d2-limit_2000

Venendo a conoscenza della sua situazione, un giorno degli esperti provenienti dal Rehabilitation Research Center sono andati a casa della ragazza per aiutarla a compiere un trattamento riabilitativo e per progettare per lei un paio di gambe protesiche.

lifebuzz-01b5c13e3757d28cba72acd0ffca3935-limit_2000

Ora Qian sta imparando ad usarle e ha un paio di gambe della sua misura che usa con una certa frequenza. In una intervista ha detto però che le piace ancora usare la palla da basket, alcune volte, soprattutto quando è il momento di fare il bagno.

L’acqua è diventata ben presto una delle sue grandi passioni. A causa del suo duro lavoro e della sua determinazione, Qian è cresciuto fino a diventare una campionessa di nuoto.

lifebuzz-b9c23cf78b9a967badb9696a96985969-limit_2000

E’ infatti arrivata prima nella finale dei 100 metri rana della decima edizione dei Giochi per disabili di Yunnan, e ha vinto medaglie nella Campionato Nazionale di Nuoto per i disabili del 2009.

Lei vuole che il mondo sappia che in fondo, si sente fortunata come altre persone. Lei è la prova che si può fare letteralmente qualsiasi cosa si voglia – basta solo cominciare.

lifebuzz-5ebf37f1ca9baa847f4c485bffbe0aa7-limit_2000

Commenti

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.