Scoperti i vermi che mangiano il polistirolo senza morire

Il polistirolo espanso, l’isolante indistruttibile, il nemico pubblico del verde numero uno (o forse uno dei primi 500 – in quanto gli ambientalisti hanno un sacco di nemici), può avere finalmente incontrato il suo degno avversario: i vermi che mangiano il polistirolo. E questa cosa è valida per tutti i tipi di polistirolo esistenti in commercio.

Si è scoperto, infatti, che quelle piccole larve sono più di una semplice voce per gli appassionati di entomologia. Anche loro hanno abbastanza appetito, e secondo la Environmental News Network (ENN), l’appetito porta a includere il polistirolo espanso e altre forme di polistirolo.

polystyrene-911001_640

I rifiuti di plastica sono fuori controllo in molti paesi del mondo, e il polistirolo è uno dei peggiori criminali. Gli americani buttano via 25 miliardi di bicchieri di plastica ogni anno. Oltre due milioni di tonnellate di roba finisce nelle discariche, dove questi rifiuti non sono in alcun modo biodegradabili. Gli scienziati pensano che potrebbero aver trovato una soluzione per il problema del polistirolo e di altre materie plastiche, però: utilizzarlo come alimento per i vermi! Vermi che mangiano il polistirolo. E si tratterebbe tra le altre cose anche di un alimento bio, che viene in un certo senso riassorbito dalla natura.

Anche se questa dieta non suona troppo salutare per i vermi, i ricercatori devono ancora identificare eventuali effetti negativi. Negli studi di confronto, i vermi che mangiavano esclusivamente polistirolo erano altrettanto sani come quelli che hanno seguito una dieta più standard a base di crusca.

I ricercatori stanno attualmente completando il processo di verifica delle famiglie di vermi che consumano solo plastica e stanno analizzando se le generazioni successive sono sane. Inoltre, vogliono confermare che i predatori che si nutrono di vermi rimangano sani dopo il consumo di vermi che mangiano polistirolo.

Come lavorano i vermi che mangiano il polistirolo

Il polistirolo e altri tipi di polistirene espanso sono velenosi per un sacco di animali, quindi la capacità di questi vermi di digerirlo è arrivata come una sorpresa per gli scienziati. “C’è una possibilità di ricerca veramente importante che esce da luoghi bizzarri,” ha detto in un comunicato stampa il ricercatore di Stanford Craig Criddle . “A volte, la scienza ci sorprende. Questo è uno shock. ”

La metà del polistirolo che mangiano i vermi si trasforma in biossido di carbonio, ma la metà di ciò che di solito mangiano i vermi si trasforma anche in anidride carbonica. L’altra metà del polistirolo si trasforma in “pellets non tossico” che sono sicuri di usare come fertilizzante. Quindi, fintanto che i vermi rimangono in buona salute, e tutto ciò che mangia i vermi rimane sano, il tutto appare come una soluzione win – win.

Tuttavia, non siamo in procinto di avere un gruppo di fabbriche basate sulle larve o sui vermi per abbattere tutto polistirolo del mondo in pile e pile di pellet. Un centinaio di vermi possono mangiare solo tra i 35 e i 39 milligrammi di polistirolo in un giorno, secondo il comunicato stampa. Ciò significa che ci vorrebbero migliaia di vermi per mangiare solo il peso di un centesimo di quella maeria.

Il vero vantaggio di questa ricerca verrà quando gli scienziati riusciranno a capire quale combinazione di batteri intestinali danno ai vermi questa capacità di digerire quello che noi esseri umani troviamo così difficile da abbattere in modo economico ed efficiente. Forse allora saremo in grado di creare gigantesche fabbriche di vermi intestinali che distruggono il polistirolo in pile e pile di pellet da usare come fertilizzante!

Ma questo è solo l’inizio. Criddle e i suoi colleghi hanno anche in programma di vedere se i vermi e gli  altri insetti possono digerire altri tipi di materie plastiche, tra cui le microsfere e il polipropilene – un materiale comunemente usato nel settore tessile e nelle componenti  delle auto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.