Scoperte le prime tartarughe marine biofluorescenti

Di che colore sono le tartarughe marine? Una parte di voi risponderebbe verdi, un’altra magari grigie e un’altra ancore non saprebbe rispondere. E se vi dicessero che invece le tartarughe marine possono essere anche verde e rosso fluorescente? Merito di una recente scoperta compiuta dai biologi della National Geographic, che hanno aggiunto una nuova voce alla lista delle specie marine viventi. 

Gli scienziati hanno scoperto infatti recentemente che alcune tartarughe marine embricate trovate nelle acque al largo delle Isole Salomon sono di colore neon verde e rosso.

enhanced-26826-1443494086-1

Alcuni toni di rosso sul guscio della tartaruga embricata potrebbe essere causati dalla presenza di alghe che reagiscono alla luce, ma il colore verde neon, cioè fluorescente, proviene senza dubbio dalla tartaruga, secondo quanto gli scienziati hanno detto al National Geographic, che per primo ha riportato la scoperta.

Sono i primi rettili marino mai scoperti dagli scienziati prima d’ora che mostrano biofluorescenze, che è considerabile come la capacità di assorbire la luce e riemetterla sotto un colore diverso. Questo biofluorescenza non deve però essere confusa con la bioluminescenza, che è quando un organismo è in grado di produrre luce propria –  quella delle lucciole per intenderci.

enhanced-12284-1443492848-11

Prima di questa scoperta, gli scienziati hanno trovato alcuni tipi di coralli che utilizzano la biofluorescenza, così come un certo numero di pesci, squali, razze, e piccoli crostacei chiamati copepodi o gamberetti mantide che avevano la stessa caratteristica. I colori su questi animali appaiono come verde, rosso, o arancione, ovviamente neon.

Il biologo marino David Gruber, della City University di New York, ha trovato la tartaruga marina fluorescente quando si trovava a fare una immersione notturna nelle Isole Salomon alla fine di luglio e aveva pianificato invece di filmare il fenomeno su squali e coralli.

In quell’occasione ha solo potuto avere una rapida visione della tartaruga, ma è stato in grado di notare i suoi colori sorprendenti mentre nuotava al largo nel profondo dell’oceano. Gruber ha confermato i suoi risultati confrontandoli con quelli di giovani tartarughe embricate tenute dai residenti locali.

enhanced-14390-1443493389-5

“Ho studiato le tartarughe per molto tempo e non credo che nessuno abbia mai visto un fenomeno come questo,” ha detto Alexander Gaos, direttore del’Hawksbill Initiative del Pacifico orientale, che non era coinvolto nella scoperta della nuova tartaruga. “Questo è davvero incredibile.”

Non è ancora del tutto certo il motivo per cui le tartarughe hanno la capacità della biofluorescenza, ma potrebbe essere una forma di camuffamento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.