Sarà la Terra a dare l’allarme sul cambiamento climatico

L’idea alla base di un nuovo studio mostra che i sistemi complessi – come le reti per gli alimentari ecologici, il clima della Terra, o il cervello umano – mostrano segnali di allarme caratteristici quando il disastro si avvicina, prendendo più tempo per recuperare i piccoli disturbi quando si avvicinano ad un passaggio importante.

Natalie Wolchover del The Atlantic scrive infatti che proprio come quando la Terra si tuffa periodicamente in un’era glaciale, o quando le praterie si trasformano in deserto, la pesca improvvisamente crolla, o una persona crolla in una profonda depressione, i sistemi possono andare alla deriva verso un confine invisibile, dove è necessaria solo una piccola modifica per innescare una trasformazione drammatica e spesso disastrosa.

mountains

Ma i sistemi che presentano tali “transizioni critiche” tendono a essere così complicati e pieni di anelli di retroazione che gli esperti non possono sperare di calcolare in anticipo dove si trovano i loro punti critici – o a quale ulteriore manomissione possono resistere prima di scattare irrevocabilmente in un nuovo stato.

Il rallentamento critico e il cambiamento climatico

Come avrete intuito, l’idea alla base di questo studio si chiama rallentamento critico e ha implicazioni per la scienza del clima. Wolchover riferisce infatti che altri ricercatori hanno iniziato a utilizzare il rallentamento critico come uno strumento per predire il futuro del clima della Terra.

Già nel 2008, Vasilis Dakos dell’ETH di Zurigo, in Svizzera, e i suoi collaboratori hanno trovato prove nei dati paleoclimatici che il rallentamento critico ha preceduto giù molti cambiamenti climatici bruschi nella storia della Terra, come le estremità delle ere glaciali e la desertificazione del Nord Africa, il che suggerisce che i sistemi principali del clima subiscono transizioni critiche.

E visto che siamo nel bel mezzo di un altro cambiamento climatico brusco in questo momento, potrebbe essere solo il momento critico di ascoltare il nostro pianeta che sventola le bandiere rosse. Forse è la Terra stessa che ci sta dicendo di rallentare le emissioni di anidride carbonica. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.