Ricordando George Mueller, il padre dello Space Shuttle

Lo Space Shuttle è stato uno dei più grandi successi tecnologici dell’uomo da quando quest’ultimo ha intrapreso, negli anni ’60, la conquista dello spazio. Il velivolo spaziale usato dagli astronauti americani per molti anni aveva a sua volta un padre: l’ingegnere George Mueller. 

George Mueller, creatore e primo leader dell’Ufficio dell’equipaggio dello Spaceflight della NASA durante la Guerra Fredda, è morto la scorsa settimana nella sua residenza di Irvine, in California. Aveva 97 anni.

20151019163341-geoge-mueller

Nato il 16 luglio 1918, il destinatario della National Medal of Science è forse più noto per aver introdotto il sua aggressiva, certamente rischiosa, politica della guida dei veicoli spaziali e i test dei razzi durante i suoi sei anni trascorsi alla NASA. L’iniziativa radicale, accompagnata da una revisione travolgente della gestione, ha portato le prove per le missioni spaziali vertiginosamente avanti a un ritmo accelerato, permettendo all’agenzia spaziale americana, allora ancora relativamente giovane, di soddisfare l’obiettivo del presidente John F. Kennedy di portare l’uomo sulla Luna entro la fine del 1960, nonostante la programmazione persistente.

Alla NASA Mueller sovrintendette al completamento del Progetto Apollo e alla nascita dello Skylab, la prima stazione spaziale degli Stati Uniti, ed ai progetti dello Space Shuttle. Sotto la sua guida, l’equipaggio dell’Apollo 8 è andato in orbita intorno alla Luna nel 1968 e, l’anno successivo, il 20 luglio del 1969, la squadra dell’Apollo 11 segnò una tappa importante per gli esseri umani, il primo atterraggio lunare con equipaggio.

Spesso chiamato il “Padre della Space Shuttle“, ha lasciato la Nasa dopo il completamento della missione Apollo 11, anche se non è mai uscito completamente dall’industria aerospaziale. A seguito di un incarico esecutivo di sei anni al General Dynamics, si è ritirato per breve tempo, poi è tornato alla passione della sua vita, prendendo la carica di Amministratore Delegato di Kistler Aerospace (poi Rocketplane Kistler) nel 1995. E’ rimasto in carica nella società fino al 2004.

Mueller è sopravvissuto alla sua seconda moglie, lasciando due figlie, 13 nipoti e 13 pronipoti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.