La maledizione di Tutankhamon

Tutankhamon, conosciuto anche come il faraone bambino è stato il dodicesimo sovrano della XVIII dinastia del Nuovo Regno. Il faraone morì a soli 20 anni, molto probabilmente per assassinio, e fu sepolto nella Valle dei Rem, nella tomba che oggi conosciamo come KV62.

La scoperta della tomba di Tutankhamon

La tomba di Tutankhamonfu scoperta quasi casualmente nel 1922 dall’archeologo inglese Howard Carter. Carter lavorò nella Valle dei Re per cinque anni, grazie ai finanziamenti di Lord Carnarvon.

Nel novembre del 1922, dopo che Carter aveva già scoperto le tombe della regina Hatshepsut, del faraone Horemheb e di Thutmose IV, l’archeologo scopre, ai piedi di una delle scalinate di una piramide, un’entrata sigillata. Aperta questa porta di fronte a lui si manifesta qualcosa che nessuno di loro aveva mai visto prima: una stanza piena di sedie, statue, carri, gioielli e molto altro, dalla quale si aveva accesso ad un’altra stanza in cui era conservato il corpo del giovane faraone.

Leggenda vuole che Carter avesse trovato nell’anticamera un’incisione in geroglifici in cui era riportato: “La morte ucciderà con le sue ali chiunque disturberà la pace del Faraone”.

La leggenda vuole che fu lui stesso a distruggere la lapide, per evitare che i suoi collaboratori potessero spaventarsi.

Le strane morti

Tutti coloro che hanno avuto a che fare con la scoperta della tomba del faraone Tutankhamon sono morti in breve tempo. Il primo a morire fu Lord Carnarvon, che morì all’hotel Continental dove alloggiava prima di riuscire a vedere la meravigliosa scoperta.

Ma non è solo la sua morte a far pensare all’esistenza di una vera maledizione: all’ora della sua morte, le 2 del mattino, la città de Il Cairo fu colpita da un blackout totale.

Lord Carnarvon è solo il primo di una lunga serie di decessi che potrebbero essere attribuiti alla maledizione di Tutankhamon. Dopo di lui la stessa fine toccò a un archeologo americano presente al momento dell’apertura della tomba, poi fu la volta di George Jay Gould, finanziere americano, colpevole di aver espresso il desiderio di visitare la tomba. Joe Wood, industriale inglese che aveva visitato gli scavi, e Archibald Douglas Reid, il radiologo che aveva analizzato la mummia, morirono mentre facevano ritorno in Inghilterra.

In totale le persone che morirono in quel periodo furono 22, tra cui Lady Carnarvon, segretaria di Carter, Richard Bethel, Douglas DerryAlfred Lucas, che furono gli scienziati che si occuparono dell’autopsia.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.