Le 6 profanazioni di tombe più raccapriccianti della storia

Le tombe dovrebbe essere luoghi deputati alla pace eterna e al riposo. A volte, però, la tranquillità post – mortem  viene meno a causa di profanazioni e atti vandalici perpetrati nei cimiteri. Le tombe sono state spesso oggetto di furti per le ragioni più diverse, che vanno dal semplice fare soldi al cibarsi di carne umana. Anche se il motivo più comune nel corso degli anni sembra essere stato il movente del profitto. Nel corso del XIX secolo, inoltre, negli Stati Uniti e in Inghilterra, numerosissimi cadaveri sono stati venduti a medici ed anatomisti a scopo di osservazione scientifica. I praticanti di questa sgradevole arte sono noti come “Risurrezionisti.”

abandoned-cemetery-hungary

Ecco quali sono state le 6 profanazioni di tombe più raccapriccianti della storia.

1. Il figlio del Presidente

John Scott Harrison era il figlio del Presidente degli Stati Uniti William Henry Harrison e il padre del presidente Benjamin Harrison. Ma la sua tomba, nonostante il suo prestigio politico, è stata parimenti profanata.

Secondo un articolo del 1950, John Scott Harrison morì e fu sepolto nella tomba di famiglia a North Bend, in Ohio, nel 1878. La sottrazione dei cadaveri era una piaga del suo tempo; i medici bramavano corpi da dissezionare per le lezioni di anatomia, e non era ancora legale usare i cadaveri non identificati. Per proteggere il corpo di Harrison, la sua famiglia lo ha inumato sotto una volta pesante, coperta di terreno misto a rocce di grandi dimensioni.

Ma questo non ha fermato i Resurrezionisti. Così il giorno del funerale, si è notato che una tomba fresca che aveva contenuto il corpo di un uomo di nome Augusto Devin era vuota. Uno dei figli di Harrison era un amico di Devin; con l’amico si sono diretti verso le scuole mediche di Cincinnati alla ricerca del corpo. Hanno trovato John Scott Harrison appeso nudo ad una corda in una cantina. Il corpo di Devin fu poi trovato conservato in una vasca di formaldeide presso l’Università del Michigan.

2. Charlie Chaplin

Icona del cinema muto, Charlie Chaplin morì nel dicembre 1977. Alcuni mesi dopo, nel marzo del 1978, la sua tomba è stata trovata aperta, e un mucchio di terra fresca accatastato accanto alla buca. Mancava tutta la bara di Chaplin e i segni di trascinamento sull’erba hanno suggerito che era stato trascinato in un vicolo vicino e portato via da camion. In un primo momento, non c’era traccia di chi avesse rubato il corpo.

Ci sono voluti più di due mesi per scoprire i profanatori – un bulgaro e un immigrato polacco che hanno chiesto un riscatto di 332.000 sterline inglesi – pari a circa 1,7 milioni di sterline inglesi oggi, o 2,6 milioni di dollari.

La vedova di Chaplin non aveva alcun interesse a pagare il riscatto, ma ha collaborato nelle indagini. Alla fine uno dei sequestratori è stato beccato in una cabina telefonica a Losanna, in Svizzera. Il corpo di Chaplin è stato trovato sepolto in un campo di grano a 19 chilometri dal cimitero. Fu seppellito nella stessa tomba – ma con l’aggiunta di una lapide di cemento intorno alla bara.

3. Il magnate del commercio

Le persone che hanno rubato il corpo del magnate del 19 ° secolo Alexander Turney Stewart hanno avuto più fortuna con il loro riscatto. Stewart era un immigrato irlandese, che ha fondato un impero ed è diventato uno degli uomini più ricchi della storia.

Circa due anni dopo la sua morte nel 1876, il corpo di Stewart sparì dalla sua tomba nella chiesa di San Marco in-the-Bowery a New York City. I ladri hanno chiesto un riscatto di 20.000 dollari, quasi mezzo milione di dollari in valuta di oggi. Secondo un articolo del 1898 il riscatto questa volta è stato pagato, e il corpo di Stewart – o almeno un corpo – è stato restituito. Fu reinterrato nella Cattedrale dell’Incarnazione a Garden City, a New York.

4. Il Presidente della Repubblica di Cipro

Tassos Papadopoulos, l’ex presidente della Repubblica di Cipro, è morto di cancro ai polmoni nel 2008. Il suo corpo ha riposato in pace nel cimitero nella capitale Nicosia per quasi un anno – fino al giorno precedente il primo anniversario della sua morte.

Nel 2009, un delle ex guardie del corpo di Papadopoulos era andato ad accendere una candela sulla tomba, come era sua abitudine ogni mattina, ma la guardia del corpo ha trovato un buco vuoto e una pila di sporcizia. I tombaroli dovevano aver perpetrato l’atto durante la notte, durante un acquazzone.

Un suggerimento telefonico ha portato la polizia al corpo di Papadopoulos quasi tre mesi più tardi. E ‘stato trovato nascosto in un altro cimitero di Nicosia. Un uomo in carcere per omicidio aveva chiesto a suo fratello di rapire il cadavere dell’ex presidente, sperando che avrebbe potuto negoziare la sua liberazione dal carcere.

5. Nomen omen: le disavventure di Thomas Paine

Nel 1819, l’inglese William Cobbett si infastidì per il luogo di sepoltura del tutto anonimo in cui era sepolto libellista della guerra di secessione Thomas Paine, l’autore di “Common Sense”, che era morto in povertà un decennio prima. Così ha deciso di dissotterrare il corpo di Paine e portarlo di nuovo in Inghilterra, dove era prevista una tomba ricca e memoriale.

Cobbett e alcuni cospiratori partirono nel bel mezzo della notte per New Rochelle, presso New York, dove era sepolto Paine, e presero la bara dalla terra all’alba. In Inghilterra, invece, le cose andarono a finire male. I fondi per il memoriale non si materializzarono mai, e Cobbett finì per mantenere il corpo di Paine in un vecchio baule fino alla sua morte nel 1835. Non è del tutto chiaro cosa sia successo dopo, essendosi perse le tracce del cadavere.

6. I cannibaili di Bhakkar 

Forse una delle storie più inquietanti in merito al furto da una tomba viene dal quartiere Bhakkar nella regione del Punjab nel Pakistan, dove due fratelli sono stati arrestati con l’accusa di aver aperto due volte delle tombe per mangiare i corpi all’interno.

Muhammad Arif e Farman Ali sono stati arrestati nel 2011 e condannati a due anni di carcere per aver dissotterrato cinque corpi e mangiatone alcuni pezzi secondo la stampa. Un video di YouTube girato presumibilmente in Pakistan sembra mostrare dei cadaveri con parti mancanti e ossa umane riposte in una pentola.

Nel mese di aprile 2014, la polizia ha arrestato di nuovo i fratelli. Un cattivo odore proveniente dalla casa degli uomini ha portato alla scoperta della testa di un bambino dissotterrato. I due sono stati condannati a 12 anni di carcere per quest’ultimo crimine.

Via | livescience

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.