Esperienza extracorporea, cosa è e come si manifesta

A molte persone capita di risvegliarsi da un sogno e avere l’impressione di aver vissuto realmente quell’esperienza, oppure si ha come la sensazione di uscire dal proprio corpo. Non si tratta di allucinazioni, ma di esperienze extracorporee.

Le esperienze extracorporee, conosciute anche come OBE – acronimo della terminologia inglese Out of Body Experience – sono un fenomeno antichissimo, di cui si ha traccia già nella documentazione che ci ha lasciato il popolo egizio. Un fenomeno piuttosto comune, si stima che circa una persona su dieci abbia fatto almeno una volta nella vita questa esperienza. E’ difficile dare una definizione esatta di questo fenomeno, in quanto si può parlare di un tipo diverso di OBE per ogni persona che lo ha sperimentato, ma proviamo comunque a dare una spiegazione il più possibile univoca.

Cosa accade durante una OBE

Generalmente, la persona che sperimenta una OBE ha la sensazione di uscire dal proprio corpo e di riuscire a guardare gli eventi e quello che è intono a lui da una prospettiva diversa. E’ la coscienza che si stacca dal corpo e, molto spesso, coloro che hanno sperimentato una OBE parlano anche del fatto che riescono a percepire, se non addirittura a vedere, la presenza del loro corpo fisico. Quando ci si trova in questa situazione si viaggia nel tempo e nello spazio e si viaggia senza alcun problema attraverso gli ostacoli fisici. La maggior parte di coloro che hanno raccontato le loro OBE hanno infatti detto di essere riusciti a viaggiare attraverso pareti e di aver visto cose che stavano succedendo in quel momento in altri luoghi.

Le spiegazioni

A livello scientifico la OBE non viene riconosciuta, ma viene, perlopiù, accomunata al fenomeno dei sogni lucidi, quei sogni, cioè, in cui l’individuo ha ha la consapevolezza di stare sognando e può intervenire coscientemente in ciò che sta accadendo. Per la scienza, quindi, la OBE non è altro che un’alterazione della coscienza dell’individuo dovuta a delle patologie psicologiche, a periodi di stress elevato o ad un abuso di droghe, che danno origine a ciò che viene definito disturbo della coscienza dell’Io o depersonalizzazione.

Per tutti coloro che, invece, le OBE sono possibili e esistono, queste vengono solitamente associate ai viaggi astrali, ossia alla possibilità che la coscienza o l’anima possa staccarsi dal corpo ed avere delle esperienze che vanno oltre la normale percezione del reale che abbiamo con il nostro corpo fisico.

 

 

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.