Ecco i batteri che producono fili di ragnatela per i tessuti

Spiber, una società biotech giapponese, sta per far morire Peter Parker di Spiderman per la vergogna. Il poteri del supereroe non sono nulla in confronto a quello che ha ottenuto Spiber con la birra. L’azienda di biologia sintetica sta usando microrganismi geneticamente modificati per far produrre le proteine ​​delle ragnatele dallo zucchero. E poiché il filo di ragnatela è un materiale pazzesco, forte, flessibile, potrebbe essere un ottimo sostituto per materiali sintetici a base di petrolio come il poliestere e il nylon.

screen-shot-2015-11-19-at-3-46

Anche se si ritiene che il prodotto sia ancora in gran parte nella sua infanzia, Spiber ha effettivamente prodotto un prototipo in collaborazione con North Face che ha chiamato Moon Parka. Un color oro etereo, lo strato esterno del mantello è realizzato interamente in tessuto sintetico di ragnatela. Così, mentre deve ancora essere prodotto in serie, dice Motherboard, è stato trasformato in un vero e splendido, prototipo funzionale.

Le potenzialità delle ragnatele sintetiche sono enormi. I ragni producono diversi tipi di seta per scopi diversi, e Spiber seziona in realtà DNA di ragno per ottenere il perfetto ibrido per le diverse applicazioni.

“Diversi aspetti delle proprietà delle fibre possono essere sintonizzati a seconda del design del DNA che usiamo per creare le proteine”, ha spiegato l’Executive Officer Kenji Higashi. “Abbiamo un’enorme quantità di controllo sulle proprietà dei nostri materiali, a causa delle proteine ​​che usiamo a livello molecolare.”

Spiber non è l’unica azienda a ottenere questo tipo di prodotto. A San Francisco dove ha la sua sede, Bolt sta lavorando su un processo di fermentazione simile, e i ricercatori universitari stanno cercando applicazioni dei fili di ragnatela per  la medicina rigenerativa e le protesi.

Come il delegato di Spiber Kenji Higashi ha detto alla stampa, questo potrebbe essere solo l’inizio per questo materiale – meraviglia della natura: “La nostra visione è fondamentalmente quella di rendere questi materiali qualcosa che andrà a sostituire una gran parte della plastica corrente o dell’industria del polimero sintetico. Cose come il poliestere, il nylon, – questi materiali sono in gran parte a base di petrolio, e questo non è sostenibile. Dobbiamo trovare modi alternativi per produrre i prodotti industriali, e pensiamo che i nostri materiali potrebbero farlo. ‘”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.