Bob Lazar – La vita e gli studi

Era l’inizio del 1089 quando l’Area 51, da zona militare super segreta, divenne la protagonista dei media americani e del mondo intero. La sua fama si deve principalmente a Bob Lazar.

Chi è Bob Lazar

Robert Scott Lazar nasce negli Stati Uniti il 26 gennaio 1957. Attualmente imprenditore, capo della United Nuclear, società di compravendita di materiali da laboratorio, è stato per molto tempo al centro del dibattito sugli UFO. La sua prima apparizione pubblica si è avuta nel 1989, quando partecipò a due serate televisive durante le quali raccontò la sua carriera di fisico al servizio del governo degli Stati Uniti presso la zona S-4, la parte a sud dell’Area 51 preposta agli esperimenti sulle navi aliene.

Di lui non si sa molto. Dice di essersi laureato in fisica presso il MIT (Massachusetts Institute of Technology) ma negli archivi dell’Istituto on c’è mai il suo nome né altro materiale che possa far pensare ad una sua presenza. Di certo si sa che Bob Lazar ha lavorato presso i Los Alamos National Laboratory e da qui poi il suo impiego sarebbe stato dislocato nell’Area 51, in cui aveva il compito di studiare alcune navi aliene lì presenti per scoprire come queste riuscissero a muoversi.

Sono molti i dubbi sulla sua vera identità e professione, giustificati dal fatto, secondo lo stesso Lazar, che durante e dopo il suo lavoro all’Area 51 la CIA avrebbe tentato di cancellare la sua identità.

Il caso Lazar

Come accennato il caso Lazar scoppia alla fine del 1989 quando rilascia un’intervista choc in cui dichiara di aver lavorato presso l’Area 51 nel periodo compreso tra il dicembre del 1988 e l’aprile del 1989. Qui, Lazar avrebbe avuto accesso a informazioni altamente riservate allo scopo di poter studiare i velivoli alieni lì presenti. Secondo la sua testimonianza si tratta di 9 navi aliene, di cui però non si conosce la provenienza né in che modo fossero giunte all’Area 51, di cui Lazar doveva fare uno studio di retroingegneria per riuscire a capire e poi duplicare la modalità di propulsione delle navi.

 

Commenti

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.