I segreti dell’Area 51

Non c’è al mondo un luogo che sia stato più discusso dell’Area 51. Una immensa zona nello stato del Nevada la cui esistenza è ammessa solo in parte del governo degli Stati Uniti, fatto che ha alimentato, nel tempo, storie su possibili attività segrete riguardanti gli UFO.

Dove si trova e come è fatta l’Area 51

La famigerata Area 51 si trova nello stato americano del Nevada a circa 150 chilometri dalla città di Las Vegas. Un’ampia zona desertica, nei pressi del Groom Lake, con una superficie stimata di 26.000 km quadrati, in cui si troverebbe una base sotterranea della Marina Militare.

Al centro di questa estensione di terra si trova la Dream Land, all’interno della quale si trova un’altra area, ancora più nascosta (un quadrato di 16 chilometri per lato). Poco più a sud troviamo la famosa zona chiamata S4, vicino al Papoos Lake, una zona che è completamente nascosta alla vista dove si pensa che si svolgano tutte le attività legate agli extraterrestri.

La zona è protetta dalle Groom Mountains che, correndo parallelamente alla strada che conduce fino all’Area 51, la nascondono da ogni occhio indiscreto. Per raggiungerla si parte dalla contea di Lincoln e si prosegue per la statale 375, girando poi all’altezza di una grande cassetta postale nera dalla quale, si dice, vengano avvistati gli UFO.

La storia dell’Area 51

In origine l’Area 51, nel periodo a cavallo degli anni ’50, fu utilizzata come base di addestramento per la Marina americana, ma ben presto venne trasformata, dalla Marina in collaborazione con la CIA, in una base segreta per la sperimentazione degli U2, gli aerei spia. Si trattava di un luogo ideale per la sperimentazione e la messa a punto di progetti segreti, in quanto le montagne che la circondano impediscono, di fatto, ogni visuale. Le sperimentazioni sono continuate per lungo tempo, ma, nel 1972 iniziò un periodo di silenzio sulle attività dell’Area 51 che durerà per circa due anni.

Forse per una coincidenza, ma fu proprio quello il periodo in cui si iniziarono gli esperimenti chiamati Red Lights, che riguardano proprio gli esperimenti di volo con scafi alieni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.