Un nuovo test del respiro per la diagnosi del cancro

Una diagnosi complessa attraverso un semplice respiro. Un nuovo tipo di test per la diagnosi del cancro è stato sviluppato di recente in Giappone e potrebbe rivoluzionare il metodo di individuazione della malattia seguito fino ad oggi.  L’Istituto Nazionale per la Scienza dei Materiali (NIMS) ha sviluppato infatti un piccolo sensore in grado di rilevare le sostanze presenti nel respiro di una persona. 

L’elevata precisione si ottiene dall’analisi della parte olfattiva – semplicemente “rompendo” – cioè analizzando singolarmente – gli odori compresi nel respiro. La rilevazione comprende anche il cancro. Solo nel Regno Unito vi sono stati circa 162.000 morti per cancro nel 2012 – che equivale a più di 440 persone ogni giorno.

medic-563425_960_720

Ancor più incredibile, gli scienziati del NIMS ritengono che è altamente probabile che il sensore sia in grado di distinguere il tipo di cancro che una persona ha. Se la precisione del sensore con il tempo viene migliorata e sono raccolti molti dati relativi agli odori, questo sviluppo potrebbe essere di fondamentale importanza per il mondo che cambia, o meglio cambiare la vita delle persone.

Si ritiene ora che ci vorranno circa sei anni per sviluppare il dispositivo per l’uso pratico. Fino ad allora, gli scienziati dovranno raccogliere i dati sui vari odori associati ai vari tipi di cancro e migliorare la precisione del sensore perché il dispositivo arrivi a funzionare come previsto.

Pochi giorni dopo, riferisce Express, il World Cancer Research Fund (WCRF) ha consigliato il mantenimento di un peso corporeo sano è il modo migliore secondo modo per minimizzare il rischio di sviluppare il cancro.

Si ritiene infatti che nella nostra società dieci adulti non sono a conoscenza del legame tra obesità e cancro, secondo un sondaggio. Il WCRF crede che 84.000 casi di cancro l’anno nel Regno Unito potrebbero essere evitati se le persone si mantenessero in una buona condizione fisica.

Il sondaggio – condotto dal WCRF – ha rivelato che il 54 per cento dei cittadini britannici non conosce il legame tra la mancanza di esercizio fisico e un maggiore rischio di cancro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.