Lo stress psicologico: può causare problemi alla pelle?

Molte volte si sente affermare che i problemi psicologici possono causare problemi alla pelle.

Ma è veramente così? E quali sono i legami tra disturbi psicologici e la pelle?

La pelle è una membrana che avvolge l’intero corpo dell’individuo: la pelle, o cute, è costituito da tre stati sovrapposti; difatti ogni individuo ha uno strato di pelle profonda detta ipoderma, uno intermedio, detta derma, ed infine uno strato superficiale chiamato epidermide.

La pelle è la sede sia della sensibilità cutanea che una zona erogena.

Come i muscoli che possono irrigidirsi, anche le funzioni vasomotrici della pelle possono attivarsi trasformando la pelle in una sorta di corazza che protegge dagli stimoli esterni.

Molte delle espressioni che usiamo nel parlare quotidiano riflettono e tradiscono l’uso psicologico della pelle: basti pensare a quando si afferma che una persona non ha tatto, o quando si dice che “a pelle” una persona è simpatica o antipatica; ma anche quando parliamo di contatto intimo e sessuale utilizziamo spesso una terminologia che richiama la pelle.

Difatti la pelle essendo una zona erogena, può subire delle variazioni a seguito di conflitti interni rispetto a problematiche psicosessuali.

Vi sono numerose malattie della pelle che hanno come causa scatenante lo stress psicologico o conflitti inesplorati: moltissime dermatite in realtà sono frutto di componenti aggressive o sessuali:

Lo stesso prurito persistente, quando non è causato da condizioni mediche specifiche, può presentarsi come espressione di una tendenza masochistica o di impulsi aggressivi.

Infine basti pensare all’arrossamento della pelle del volto che tradisce in alcuni desideri e paure senza che il soggetto possa intervenire in alcun modo: molti timidi sono letteralmente smascherati dall’arrossamento del volto in situazioni da loro considerate imbrazzanti o degne di vergogna. Per alcuni autori l’arrossamento della pelle del volto sarebbe inoltre prodotto da tendenze esibizionistiche espresse inconsciamente attraverso la somatizzazione corporea.

Ed allora, cosa fare se una problematica della pelle è causata da fattori psicologici e non è data da allergie o altri motivi più squisitamente biologici?

Sicuramente un’attenta autoanalisi potrebbe permettervi almeno di poter individuare la causa del vostro stress. Inoltre svariate tecniche di rilassamento corporeo come Il training autogeno o il rilassamento progressivo possono essere eccellenti metodi di guarigione. Infine riuscire a riposizionare le vostre priorità interne e focalizzare i vostri obiettivi possono aiutarvi a ridurre lo stress e vivere un’esistenza più equilibrata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.