I numeri del fumo

Il fumo è un problema globale. Si stima che uno adulto su tre sia un fumatore, con oltre 1 miliardo di tabagisti in tutto il mondo. 

La maggior parte dei fumatori risiede nei paesi della fascia bassa dello spettro socio-economico. Di questa maggioranza, circa l’80% vive nei paesi a basso e medio reddito. Il numero totale di fumatori in tutto il mondo si prevede che continuerà ad aumentare ogni anno. La popolarità a livello mondiale del consumo di tabacco varia da classe sociale, dell’epoca storica e della cultura.

Storicamente, il fumo era un passatempo dei ricchi. Tuttavia, questa tendenza è cambiata radicalmente negli ultimi decenni. Sembra che gli uomini economicamente avvantaggiati nei paesi più ricchi abbiano fumato meno negli ultimi tempi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha studiato le tendenze dei fumatori e i consumo di tabacco in tutto il mondo ed ha elaborato le seguenti statistiche:

1) L’Est Europa ha un tasso particolarmente elevato di fumatori, fino al 59% degli adulti maschi. Inoltre, le donne fumano in numero significativamente maggiore in Europa Orientale che in Asia Orientale e nella regione del Pacifico.

2) La maggior parte delle persone che fumano iniziano prima dei 25 anni. Le osservazioni suggeriscono che le persone in tutto il mondo stanno iniziando a fumare ad un’età sempre più giovane. Gli studi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità rivelano che la maggior parte dei fumatori nei paesi ricchi iniziano durante l’adolescenza.

3) Negli Stati Uniti, si stima che 25,6 milioni di uomini (25,2%) e 22,6 milioni di donne (20,7%) siano fumatori. I fumatori corrono un rischio maggiore di infarto e di ictus.

4) Gli studi rivelano che la popolarità del fumo è significativamente più alta tra le persone con 9-11 anni di istruzione (35,4%) rispetto a quelli con più di 16 anni di istruzione (11,6%).

5) Sembra esserci una correlazione tra gli standard di un paese di vita, il livello di istruzione, il reddito e il numero di persone che hanno smesso di fumare. Le persone più istruite e più informate hanno più probabilità di smettere di fumare.

6) Le persone che vivono al di sotto della soglia di povertà (33,3%) hanno molte più probabile di iniziare a fumare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.