La paura di aumentare di peso è solo una scusa! (seconda parte)

Monitorate la dieta per una quindicina di giorni prima di smettere di fumare: scrivete un diario alimentare, osservando tutto ciò che mangiate e quando. È sufficiente utilizzare questo metodo per assicurarsi che ciò che si mangia dopo che si è smesso di fumare segua lo stesso modello.

In modo simile, si può notare quanto più facilmente riuscirete a fare dell’esercizio fisico. Confrontate la vostra resistenza di fumatori con quella di non fumatori e vi stupirete della differenza. Fare esercizio fisico, inoltre, è anche un buon modo per evitare di mettere su peso quando si è detto basta alle sigarette. Ma non solo l’allenamento vi aiuterà attraverso la difficile fase di rinunciare alla dipendenza da tabacco. Anche una moderata quantità di esercizio fisico può ridurre il desiderio del tabacco.

Francamente, l’esercizio è incompatibile con il fumo, e avete anche più probabilità di conoscere persone che non fumano. Ammettiamolo, se fumate 20 sigarette al giorno, le vostre mani si avvicinano alla bocca almeno 200 volte al giorno.

Quando si smette di fumare è necessario tenere le mani occupate. Che ne dite di sbucciare frutta per gli spuntini, fare puzzle o la maglia? Continuate a visualizzare voi stessi come un non-fumatore, soprattutto quando la vostra determinazione inizia a vacillare. È sempre possibile ottenere un po’ di aiuto con la ipnoterapia. Come in molti problemi comportamentali, è semplicemente una questione di ri-programmare la nostra mente.

Smettere di fumare è difficile e l’auto-ipnosi è un metodo che molti stanno scoprendo come un modo semplice per aiutare a mantenere l’atteggiamento mentale e la motivazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.