L’igiene e il disturbo ossesivo-compulsivo

L’eccessiva fissazione sull’igiene e sui germi può essere un problema a livello psicologico. Questo problema è spesso presente nelle persone che hanno i sintomi ossessivi-compulsivi.

La preoccupazione per i germi è una cosa, un sano rispetto per l’igiene è un altro. L’eccesso è un problema, ma bisogna comunque considerare la questione dell’igiene.Cosa bisogna fare per mantenere un buon livello di igiene?

–          Lavarsi le mani dopo aver usato il bagno per eliminare circa l’80% dei germi pericolosi. Usare acqua tiepida e sapone per 20 secondi.

–          Evitare di toccarsi il volto perché i germi possono entrare attraverso gli occhi, il naso e la bocca.

–          Fare attenzione ai punti della casa dove i germi amano annidarsi. In particolare, le spugne e gli strofinacci da cucina, l’aria soffiata da un aspirapolvere in funzione, la lavatrice, il bagno e il cestino della spazzatura in cucina può. Si dovrebbe cambiare la spugna ogni settimana o disinfettarla con cloro e acqua, tenere il coperchio del WC abbassato durante lo svuotamento e disinfettare lo spazzolino da denti regolarmente.

L’eccessiva attenzione all’igiene è un problema psicologico perché si diventa un po’ paranoici. Le persone che ne soffrono hanno spesso altri sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo, con pensieri ossessivi e comportamenti compulsivi che possono essere legati appunto all’igiene.

Commenti

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.