L’aplasia midollare

Sintomi

L’aplasia midollare è un’insufficienza funzionale del midollo che conduce alla diminuzione delle cellule del sangue. Questa è la pancitopenia. È una condizione morbosa dove c’è la marcata riduzione fino all’assenza del tessuto emopoietico midollare. L’inizio della malattia può determinare astenia ingravescente, infezioni con febbre molto alta ed emorragie cutanee e mucose. Tra i sintomi possono esserci delle emorragie al naso, infezioni alle gengive e alla pelle che dipendono dalla mancanza di piastrine e dalla diminuzione dei globuli bianchi.

Cause

Le dell’aplasia midollare e delle insufficienze funzionali del midollo possono essere diverse. Dall’utilizzo di determinati farmaci all’azione di agenti chimici, dalle radiazioni ai tumori. La patogenesi dell’aplasia midollare si basa su un possibile difetto intrinseco della cellula staminale emopoietica, da un problema al microambiente midollare e da un difetto immuno-mediato che riguarda la proliferazione e la differenziazione cellulare.

Terapia

La terapia si basa sul fatto di combattere la causa una volta che è stata riconosciuta. Per le infezioni che si sviluppano per la diminuzione dei globuli bianchi si utilizzano gli antibiotici. La terapia per alcuni casi può essere anche il trapianto del midollo osseo che è spesso accompagnato da eritropoietina. Ci sono anche terapie che hanno l’obiettivo di ricostruire l’emopoiesi assente o carente e terapie di supporto.

 

 

 

Commenti

Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.