Interpretare i sogni, ecco il primo passo

I sogni e la loro interpretazione insieme alle libere associazioni sono sicuramente gli strumenti più utilizzati in psicoanalisi per accedere all’inconscio. Se siete abituati a ricordare i sogni, saprete bene che il linguaggio onirico ha veramente poco senso nei termini dell’esistenza diurna.

Mentre nella realtà che viviamo da svegli vi è sempre una logica spazio-temporale ben definita, nei sogni questa logica scompare. Posso ritrovarmi in un posto ma questo posto assomiglia completamente ad un’altro. Nei sogni tutto viene stravolto e capovolto: posso diventare padre di mio padre, l’identità sessuale può cambiare e le conoscenze certe che abbiamo della nostra vita mutano completamente. I sogni esprimono desideri inconsci, sentimenti ed idee, mediante processi simbolici e associativi. Spesso, il senso che sta dietro un sogno può essere distorto o occultato. Interpretare i sogni richiede molta pratica poiché il linguaggio onirico non è quello della vita quotidiana ma è il linguaggio dell’inconscio, il linguaggio delle emozioni. Il primo passo per interpretare i sogni è iniziare a ricordarli. Sembra un dato scontato ma in realtà sono pochi quelli che riescono a ricordare i propri sogni. La difficoltà a ricordare i propri sogni è motivata dalla difficoltà ad avere accesso al proprio inconscio, al proprio mondo interno, alle proprie emozioni. Un modo che alcuni utilizzano per ricordare i propri sogni, per poterli poi interpretare è scriverli appena svegli. Altri preferiscono, poiché sentono che i pensieri corrono di gran lunga più  veloce della mano che scrive, registrarli. Entrambi i metodi vanno bene benché ritengo che scriverli, anche se comporta più impegno, renda la persona più competente nella riflessione. Che si scriva il sogno o lo si registri, le parole utilizzate hanno un notevole peso nell’interpretazione dei sogni, le parole sono importanti per accedere all’inconscio. Basti pensare che molti autorevoli psicoanalisti ritengono che l’inconscio sia organizzato attraverso il linguaggio. Interpretare un sogno è molto simile all’attività investigativa e le parole sono gli “indizi” che la persona può interpretare per arrivare alla risoluzione del “caso”, e quindi all’interpretazione del sogno. Scrivere un sogno ci aiuta quindi a rileggere quelle stesse parole attraverso il linguaggio dell’inconscio. Ricordando i propri sogni e lavorandoci sopra, gradualmente potrete arrivare a comprendere i significati dei vostri sogni, e quindi ad accedere al vostro inconscio ricomponendone il significato nascosto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.