Cosa c’è da sapere sul cancro al seno

L’incidenza del cancro al seno sta aumentando ad un ritmo allarmante. Si dice che ogni 2-3 minuti viene diagnosticato un nuovo caso di cancro al seno. 

Cause del cancro al seno

Le cause del cancro al seno non sono state ancora pienamente comprese, ma si ipotizza che vi siano vari fattori come la genetica e l’ambiente. I fattori ambientali sono l’età, l’obesità, il fumo e anche le gravidanze in tarda età.

Il cancro al seno si manifesta come un nodulo duro con margini mal definiti. Questo può essere successivamente confermato dalla mammografia e dalla biopsia. Dopo che il cancro è stato diagnosticato la prognosi ha lo scopo di definire la migliore opzione terapeutica.

La gestione del carcinoma mammario si basa fondamentalmente su due fattori. Il primo è il trattamento e il secondo è la consulenza. Il trattamento può essere ulteriormente diviso in tre parti: medico, radioterapia e chirurgia.

Trattamento medico del cancro al seno

Il trattamento medico è costituito da farmaci come il tamoxifene, che è un anti estrogeno, gli inibitori dell’aromatasi come aminoglutethimide e anticorpi monoclonali come trastuzumab. Questi però hanno, come tutti i farmaci, degli effetti collaterali. Gli effetti collaterali associati a tamoxifene sono l’aumento del flusso vaginale, il cancro endometriale e la cataratta. Gli inibitori dell’aromatasi danno crampi alle gambe, ittero e aumento di peso, mentre gli anticorpi monoclonali possono causare sterilità o anomalie alla nascita. In genere, la radioterapia e la chirurgia sono le modalità necessarie per il trattamento e l’inibizione della crescita del cancro.

Consulenza sul cancro al seno

Questa è una delle parti più importanti del trattamento sia prima che dopo l’intervento. Alle pazienti deve essere insegnato che questa è solo una malattia, che ci sono dei trattamenti disponibili che dopo si può condurre una vita normale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.