Come curare l’emicrania: 6 alimenti da evitare

emicrania

Emicrania: non solo forti mal di testa che si ripresentano in maniera abbastanza frequente, ma anche un vero e proprio stato di malessere generale che compromette le capacità fisiche, oltre ad una accentuata sensibilità alla luce e in alcune persone, persino, uno strano formicolio alle braccia. 

Le cause dell’emicrania

Se soffrite spesso di emicrania sapete bene di cosa stiamo parlando. In genere si pensa che le persone che soffrono di questo disturbo siano geneticamente predisposte alla sua insorgenza. Secondo alcuni studi, tuttavia, si possono individuare una serie di comuni cause scatenanti – in medicina trigger – che includono lo stress, la mancanza di sonno, i cambiamenti ormonali, il consumo di alcool, la dieta e la disidratazione.

Una possibile cura per l’emicrania

La cattiva notizia per tutti coloro che vengono spesso colpiti da questa patologia è che purtroppo, al momento, non esiste una cura. Il dottor Rob Hobson, tuttavia, Responsabile della Nutrizione dell’Healthsplan britannico, ha suggerito che il seguire una apposita dieta può aiutare i pazienti ad ostacolare l’insorgenza dell’emicrania.

Il dottor Hobson sostiene infatti che mangiare in modo regolare sia molto importante per ridurre i fattori di rischio nei confronti dell’emicrania. La dieta, come abbiamo visto, è una delle cause di insorgenza più comuni per questo disturbo nelle persone che non si alimentano in modo regolare.

“Se i livelli di zucchero nel sangue sono troppo bassi, il cervello non è in grado di funzionare correttamente a causa della mancanza di glucosio. Il risultato di ciò è che il flusso di sangue al cervello aumenta e i tessuti nervosi diventano più sensibili a causa dei vasi sanguigni dilatati, fattori che combinati generano l’emicrania”.

Il nutrizionista britannico ha quindi consigliato ai suoi pazienti di mangiare tre pasti al giorno che includano alimenti come cereali integrali, legumi, proteine ​​e grassi che contribuiscono a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Come curare l’emicrania: 6 alimenti da evitare

Una possibile cura per l’emicrania, tuttavia, dovrebbe basarsi anche su una serie di alimenti da evitare con scrupolo, almeno se si sa di essere soggetti a questo disturbo. Ecco quali sono gli alimenti che non dovrebbero essere assunti per non soffrire di emicrania.

1. Caffè, tè, coca cola e bevande energetiche

caffè.jpg

Tutti questi alimenti contengono infatti livelli elevati di caffeina, che può scatenare l’emicrania in alcune persone.

2. Cioccolato e vino rosso

cioccolata.jpg

Questi alimenti, invece, sono ricchi di aminoacidi, tiramina e sono gli agenti alimentari scatenanti più comuni.

3. Piatti da asporto

patatine-fritte-ketchup-e1360067804176

Questi alimenti contengono spesso esaltatori di sapidità, come il glutammato monosodico, che ha dimostrato di essere in grado di innescare attacchi di emicrania in alcune persone.

4. Cibi e bevande a ridotto contenuto calorico

dieta-anticellulite-mantenimento.jpg

I prodotti dietetici sono spesso dolcificati con l’aspartame, che può parimenti scatenare l’emicrania.

5. Acido citrico

effetti-limone.jpg

Alcune persone che soffrono di emicrania hanno inoltre sperimentato una certa sensibilità all’acido citrico, presente in alcuni frutti e utilizzato anche come conservante naturale.

6. Pancetta e salumi

bacon

Questo salume e altre carni trasformate sono ricchi di nitrati, che hanno l’effetto di aumentare l’intensità del mal di testa in chi soffre di emicrania.

I rimedi naturali contro l’emicrania

Le persone a rischio di tale patologia dovrebbero mangiare verdure a foglia verde, tutti alimenti ad alto contenuto di vitamina B2, che invece è risultata utile nell’aiutare le persone a prevenire l’emicrania.

I medici del sistema sanitario britannico hanno condotto su tale argomento un vero  e proprio studio. “La ricerca ha trovato che l’assunzione di 400 mg di vitamina B2 al giorno ha mostrato pochissimi effetti collaterali in uno studio del 1998 condotto su 80 genitori. Il 59 per cento dei pazienti coinvolti in quella ricerca ha ridotto di oltre il 50 per cento l’insorgenza delle emicranie. Si potrebbe anche sperimentare l’utilizzo di un complesso di vitamina B”.

Per chi vuole sconfiggere l’emicrania sempre attraverso il sistema naturale dell’alimentazione, alimenti ricchi di vitamina B sono inoltre i semi di zucca, il pesce bianco e il riso integrale.

La presente dieta contro l’emicrania non comporta l’attenersi a regole troppo dure e prescrittive e non deve essere necessariamente uguale per tutti i pazienti. Un ottimo consiglio potrebbe essere quindi quello di tenere un diario alimentare per aiutare a identificare i singoli fattori scatenanti e i sintomi individuali e poi iniziare gradualmente a rimuoverli uno per uno per vedere se c’è qualche miglioramento nell’intensità e nella frequenza degli attacchi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.