Il cimurro nei cani

 

Il cimurro è una malattia virale altamente contagiosa che colpisce il cane ed anche altri animali selvatici quali ad esempio procione e mustelidi.

La malattia è diffusa in numerose aree del globo ad eccezione delle zone a clima caldo e secco come l’Africa.

IL CIMURRO

La malattia ha un’incidenza più elevata nei soggetti giovani (3-6 mesi) e nei mesi freddi e viene trasmessa sia per via aerogena (inalazione del virus) sia attraverso le secrezioni oculari e nasali, le feci e le urine degli animali infetti. A causa della penetrazione del virus attraverso il naso e la bocca, nei primissimi giorni dopo il contagio, si noterà solamente un ingrossamento dei linfonodi del muso e del collo. In seguito, a causa della diffusione del virus e della sua localizzazione nell’apparato respiratorio, digerente e nervoso insorgeranno tutti gli altri sintomi.

I SINTOMI DEL CIMURRO

Dopo un periodo di incubazione di 3-7 giorni comparirà febbre con anoressia (l’animale smette di mangiare), scolo nasale ed oculare, congiuntivite, sonnolenza, riflessi rallentati, tosse, starnuti, diarrea e vomito.

A volte si presentano lesioni cutanee simili a pustole. In caso di coinvolgimento del sistema nervoso si avranno sintomi variabili sia per forma che intensità:

incoordinazione motoria, spasmi, convulsioni, movimenti in circolo, alterazioni del comportamento, contrazione dei muscoli della mandibola e paresi. I sintomi non sono specifici e quindi per poter effettuare una diagnosi è necessario ricorrere al Medico Veterinario a cui sarà necessario riferire in dettaglio tutti i sintomi osservati.

A causa della mancanza di una terapia adeguata l’unico mezzo di difesa efficace risulta ancora una volta la prevenzione.

Per cui è bene far effettuare le vaccinazioni dal Veterinario sul cucciolo prima che raggiunga l’età a rischio e ripetere con regolarità i richiami annuali del vaccino ed evitare il contatto con animali infetti prima dell’instaurarsi della protezione immunitaria.

Commenti

ELENCO TAG
Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.