Che cos’è la dipendenza dallo sport

Lo sport, da anni ormai inteso come una buona abitudine per prevenire l’insorgere di alcune malattie di tipo fisico, psicologico e sociale, può a volte trasformarsi in una dannosa ossessione, nei casi in cui si manifestano tutti quei sintomi che sono oggi definiti all’interno della cosiddetta sindrome da dipendenza dallo sport

La “dipendenza dallo sport” è però denominata tale anche in modo leggermente improprio secondo gli esperti. Nello spettro di questa sindrome, infatti, vanno a presentarsi una serie di sintomi che sono riscontrabili anche in molti altri tipi di dipendenza, ragione per cui la condizione non è associabile unicamente ad un abuso diretto della pratica sportiva.

tonificare-gambe4.jpg

Al di là delle etichette definitorie, tuttavia, la dipendenza dallo sport è una patologia reale a cui chi pratica sport può andare incontro. Inizialmente si pensava potesse essere collegata semplicemente con l’abuso della attività fisica, andando a coincidere con la pratica che potrebbe essere definita come sovrallenamento. Non sono solo valori quantitativi a definire il problema. Non si tratta solo di compiere degli sforzi fisici intensi e ripetuti che non permettono all’organismo di recuperare il proprio equilibrio. E neanche di adottare misure comportamentali che possano farci etichettare come corridori dipendenti – ad esempio persone che corrono fino a 15 ore a settimane con programmi di allenamento che durano cinque giorni su sette.

Per queste forme in cui c’è una tendenza comportamentale di eccesso che porta ad uno squilibrio nel proprio rapporto con lo sport c’è una definizione forse più corretta di quella della dipendenza dallo sport che è quello di mania dello sport. La mania a confronto con la seconda, non ha tutti i tratti tipici della dipendenza. Chi sono allora gli sportivi veramente dipendenti dallo sport?

Quando si verifica la dipendenza dallo sport

La dipendenza da sport, come sostengono gli esperti, non è solo un problema di abuso quantitativo. Può comportare il sovrallenamento ma si caratterizza per alcuni tratti psicologici distintivi. Nella dipendenza da sport entrano in gioco anche altre variabili, come quelle attitudinali, emozionali, e motivazionali.

In genere coloro che non si relazionano in maniera equilibrata con l’attività sportiva che praticano possono essere distinti in tre diverse tipologie:

  • i sani nevrotici
  • gli sportivi compulsivi
  • i dipendenti dallo sport.

sani nevrotici sono coloro che traggono un senso di benessere, di realizzazione e di successo dalla pratica sportiva. Gli sportivi compulsivi sono invece da rintracciare in quelle persone che vedono nell’attività sportiva un precisa routine che conferisce loro un senso di controllo sulla propria vita e di superiorità morale. Infine i dipendenti dallo sport sono coloro in cui la pratica dell’attività sportiva funge da regolatrice dell’umore e serve per domare uno squilibrio interno.

palestra.jpg

Per essere assolutamente precisi è solo in questa ultima categoria che devono essere individuati i veri dipendenti dallo sport, all’interno dei quali vanno ulteriormente distinte le dipendenze primarie – non indotte da altri fattori – e le dipendenze secondarie – quelle ad esempio in cui l’alimentazione o la regolazione del peso corporeo costituiscono un movente.

Chi soffre di dipendenza dallo sport

Alla luce di queste considerazioni è possibile definire meglio quali sono i sintomi sperimentati dalle persone che soffrono di dipendenza dallo sport. Coloro che soffrono di dipendenza dallo sport hanno:

  • un funzionamento alterato in ambito psicologico, sociale, lavorativo, fisico o comportamentale
  • dei sintomi di astinenza
  • caratteristiche psicologiche e comportamentali tipiche dei soggetti dipendenti – tra cui la tolleranza o l’eccesso di attività fisica o l’allenamento solitario o ancora motivazioni ossessive che riguardano la pratica sportiva
  • presenza di disturbi alimentari – anoressia e bulimia soprattutto tra le donne, anoressia inversa negli uomini, ovvero la paura di diventare troppo magri e perdere il proprio tono muscolare.

Un sintomo che appare poi comune a donne e uomini dipendenti dallo sport, a seconda anche della presenza degli altri sintomi, è un iper – controllo sull’alimentazione, associata ad una dipendenza dall’attività fisica.

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.