Calendario cinese della gravidanza: che cos’è e come si legge

Aspettate un bambino e siete curiosi di sapere se sarà un maschietto o una femminuccia? Volete sapere se comprare un fiocco rosa o un fiocco azzurro prima che l’ecografia vi sveli il grande mistero? È una domanda più che legittima che si fanno tutte le future mamme e i futuri papà del mondo, dopo essersi assicurati della salute del loro piccolo che sta crescendo piano piano. E la nostra storia è piena di tentativi di dare una risposta a questa importatissima domanda. 

Il calendario cinese della gravidanza: che cos’è

Con il passare del tempo si sono accumulati davvero tanti miti sui possibili metodi per scoprire in anticipo il sesso del proprio bambino. Uno di questi è il famoso calendario cinese della gravidanza, un’antica pergamena scoperta in Cina in una tomba reale risalente a circa 700 anni fa.
Ma il testo in essa riportato, come spesso accade, è ovviamente molto, molto più antico.

Secondo la leggenda il calendario cinese della gravidanza è oggi conservato presso l’Istituto di Scienze di Beijing e dovrebbe riuscire a predire il sesso del bambino incrociando il mese del concepimento, secondo il calendario lunare locale, con l’età della mamma al momento del concepimento stesso.

Ovviamente, da parte del mondo scientifico, a questo metodo e a questo calendario non viene riconosciuta alcuna fondatezza o validità. Ad affermarlo è anche il Cicap, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, che ha sottolineato come il calendario lunare cinese della gravidanza offra in realtà un mero calcolo probabilistico, con il 50 per cento di possibilità di esito positivo. Le opzioni possibili sono infatti soltanto due: o maschio o femmina! Fiocco blu o fiocco rosa!

Come leggere il calendario cinese della gravidanza

Ecco come funziona il calendario cinese della gravidanza.

Guardando l’immagine qui sotto – una specie di tabella a doppia entrata simile a quelle che si usano a scuola per imparare le tabelline – per conoscere il sesso del nascituro basta incrociare l’età della mamma, riportata nella prima colonna a sinistra della tabella con il mese del concepimento riportato nella prima riga in alto.

calendario cinese della gravidanza

Sempre secondo la leggenda il calendario avrebbe un’esattezza di previsione che arriva fino al 93 per cento, anche se le possibilità che si aprono a chi lo interroga sono solo due.

Il calendario indica anche quali sarebbero i momenti della vita in cui si hanno maggiori probabilità di concepire un maschietto o una femminuccia. Secondo l’antica cultura dei reali di Cina il mese migliore per concepire un maschietto sarebbe infatti il mese di luglio, quando la donna ha 18, 20, 30, o 42 anni.

Viceversa, il mese migliore per concepire una bambina sarebbe invece il mese di aprile, quando la mamma ha 21, 22 o 29 anni. Che affidabilità tuttavia dobbiamo dare a queste previsioni che almeno in apparenza sembrano così precise?

Il calendario cinese della gravidanza non è l’unico sistema per conoscere in anticipo il sesso del proprio bambino al di fuori degli esami clinici di routine. Al di la di questo metodo, infatti, che, lo ripetiamo, non è basato su alcuna evidenza scientifica, esistono altri antichi sistemi che hanno la stessa ambizione e promettono di svelare ai genitori ogni dubbio.

Come conoscere scientificamente il sesso del proprio bambino

E’ doveroso dire, tuttavia, che in ginecologia si utilizzano ormai da molti anni metodi scientifici molto più accurati di quelli citati in precedenza per conoscere con sicurezza il sesso del bambino, metodi che hanno l’avallo della affidabilità scientifica. Tra questi vi è l’affidabile amniocentesi, che mostra come risultato il codice cromosomico del bambino, con i tradizionali caratteri XX se si tratta di una bambina o XY se si tratta di un maschio o l’ecografia morfologica, che si effettua alcuni mesi più tardi dell’esame precedente, oggi comunemente usato per tutte le donne in stato interessante.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.