Sei ansioso? Allora sei intelligente!

Una ricerca fatta negli Usa ha evidenziato una importante similitudine neuronale tra coloro che soffrono d’ansia e coloro che hanno un cervello superiore alla media. Gli esperti ci scommettono: l’ansia è sinonimo di intelligenza.

Sembra che l’ansia sia una sofferenza legata da un punto di vista evoluzionistico della specie ad una elevato quoziente intellettivo, al punto che oggigiorno un gran numero di persone colpite da un disturbo che prende il nome di “ansia generalizzata” avrebbero infatti una intelligenza particolarmente sviluppata.

A corroborare tale ipotesi è una ricerca americana realizzata in ben 5 diverse istituzioni scientifiche su 26 pazienti sofferenti di una forte ansia e 18 individui sani.

Lo studio è stato condotto dagli scienziati del Baylor College di medicina: si tratta di uno dei centri in cui sono stati condotti i test, i quali hanno rilevato, mediante uno scan al cervello dei volontari, la presenza di un componente chimico cerebrale associato sia alle preoccupazioni ansiose sia un’alta intelligenza: I volontari con entrambi i fattori riportano una misurabile diminuzione della colina, un nutriente essenziale nella materia bianca cerebrale.

Nel rapporto si osserva che tra i pazienti sofferenti di ansia quelli con un elevato quoziente intellettivo hanno ansie più intense dei meno intelligenti.

Nello specifico, uno dei tratti distintivi di questa analisi induce a ritenere che l’ansia spinge le persone a non correre rischi. Le persone che ne soffrono, dunque, finiscono in molti casi ad avere un tasso di sopravvivenza più alto a tutto vantaggio della specie.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.