Un rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale diventa la più grande serra sotterranea

Oltre 100 piedi sotto le affollate strade di Londra, nel Regno Unito, esisteva un desolato spazio abbandonato. Originariamente costruito per servire come rifugio antiaereo durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato progettato per ospitare e proteggere quasi 8.000 persone che potevano trovare al suo interno riparo. Questo spazio è rimasto abbandonato per quasi 70 anni. Poi un giorno qualcuno ha deciso di far tornare questo luogo a fiorire. Letteralmente. Gli imprenditori anglosassoni Richard Ballard e Steven Dring hanno deciso di trasformare il rifugio in qualcosa di totalmente diverso, realizzato la prima serra sotterranea al mondo.

WWII-London-underground-bomb-shelter-garden-5

Il nuovo spazio destinato a migliaia e migliaia di colture è stato chiamato Growing Undergrond. E sorprendentemente, questo luogo sotterraneo in cui il sole non può splendere neanche di giorno si è rivelato essere un ambiente ideale per un giardino.

WWII-London-underground-bomb-shelter-garden-3

I letti idroponici impilati verticalmente sono i posti migliori per la coltivazione di piante di piccole dimensioni, come verdure a foglia verde che hanno un breve ciclo di crescita. Tra queste vi sono il crescione, il basilico thai e i mizuna giapponesi.

underground-2

E con un computer che controlla costantemente la temperatura della serra, l’illuminazione e le sostanze nutrienti la fattoria sotterranea più grande del mondo è in grado di fornire prodotti fondamentali per l’alimentazione umana, che arrivano direttamente dalla terra – o meglio da sottoterra –  alla tavola.

WWII-underground-bomb-shelter-garden-7

E queste fiorenti coltivazioni vengono praticate con un notevole risparmio di energia: senza la luce del sole e con il 70% in meno di acqua rispetto aziende convenzionali, da cui è stato preso spunto anche per creare il nome originario sito (o pesticidi!):  Zero Carbon Food.

WWII-London-underground-bomb-shelter-garden-2

Con l’aiuto dello chef Michel Roux, la serra sotterranea ora sta collaborando con i ristoranti locali per fornire cibi a km zero da produrre in meno di 4 ore. Una volta a regime, si stima Growing Undergrond sarà in grado di produrre tra le 11,000-44,000 libbre di colture ogni anno.

WWII-London-underground-bomb-shelter-garden-4

WWII-underground-bomb-shelter-garden-1

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.