Un prete costruisce l’esatta replica della Basilica di San Pietro con i LEGO

Papa Francesco in questi giorni sta compiendo la sua visita ufficiale negli Stati Uniti. Un evento atteso da tempo da tutti gli americani, che hanno organizzato moltissimi eventi per accogliere il Papa nel migliore dei modi. Ma tra tutte le persone entusiaste per l’arrivo di Papa Francesco negli Stati Uniti, c’è stata anche qualcuno che ha compiuto qualcosa di veramente unico per celebrare e ricordare questo momento!

Già da tempo si sapeva che una delle tappe del viaggio di Papa Francesco in America sarebbe stata Philadelphia, anzi l’ultima tappa, che si verificherà proprio nella giornata di oggi. Per onorare l’arrivo del Papa nella città, un sacerdote locale ha fatto qualcosa senza precedenti.

Ha costruito una replica esatta della Basilica di San Pietro interamente con  i LEGO! A dedicarsi a questa opera titanica, è stato il reverendo Bob Simon, un prete di Philadelphia, che ha trascorso gli ultimi 10 mesi della sua vita nella costruzione di questa opera colossale.

lifebuzz-8b8f8d668b18fa2036377e369cda1b0c-limit_2000

Il sacerdote per riuscire nella sua impresa ha dovuto utilizzare oltre 500.000 blocchetti di Lego che lo hanno aiutato a riprodurre uno dei massimi capolavori dell’arte italiana: non solo parte del Vaticano, ma anche Piazza San Pietro con il colonnato del Bernini e la Basilica con tanto di cupola.

Il modello in scala include anche una folla di fedeli immancabilmente raccolti nella Piazza, (tra cui figura anche il personaggio di Simon stesso!), e, un minuscolo Papa sempre in formato Lego che si affaccia dal tradizionale balcone della Basilica. Con tanto di Guardie Svizzere!

Questa creazione ingegneristica è davvero sorprendente da guardare, e siamo sicuri che Papa Francesco rimarrà molto colpito da questo omaggio. Questa notizia è stata raccolta da Associated Press che ha realizzato anche un video che mostra l’imponenza di questa costruzione e l’originale sacerdote che l’ha costruita, il reverendo Bob Simon, che spiega ai microfoni le motivazioni della sua straordinaria opera.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.