Tre artisti di strada straordinariamente sincronizzati!

I video che riproducono danze e coreografie di diverso genere sono ormai una norma su Youtube, dove ci sono i video di danza e coreografia guardati ogni giorno da milioni di persone. Quello che non si vede tutti i giorni, invece, sono delle coreografie realizzate da artisti di strada. Il video che oggi vogliamo proporre riprende infatti all’opera un moderno trio di tre strabilianti artisti ucraini. 

Vlad Gapanovich, Maxim Golovchenko, e Evgeniy Pahalovich hanno formato un trio chiamato Raw Art. Questi ragazzi sono in verità non degli artisti di strada improvvisati ma tre laureati della Kiev Circus Academy che hanno dato vita ad un nuovo movimento che si chiama “post-circo.” Si può dire che è come una rivisitazione moderna dei più tradizionali numeri da circo, dove i costumi tradizionali del circo sono state completamente abbandonati e sostituiti da un tocco street e metropolitano.

artisti di strada

Nel video che potete vedere qui sotto avrete modo di farvi un’idea più completa dello stile della loro arte. Questo video è infatti un esempio perfetto di quello che loro intendo per “post-circo”. Il trio si vede in esecuzione su un gioco di destrezza, che in genere è uno spettacolo normale che si potrebbe anche vedere in un circo tradizionale, senza il supporto della musica e di tali costumi.

In verità il trio si esibisce in uno strabiliante numero di giocoleria, che mostra come i tre ragazzi siano perfettamente sincronizzati e immersi nella loro arte. Il modo in cui il trio manipola le clave e gli attrezzi utilizzati, in accordo con la musica (il titolo della canzone, come il titolo del video è Drugs di Ratatat), tuttavia, è ancora una volta quello che noi chiamiamo un tocco moderno ad un’arte molto antica: quella circense.

Questa coreografia è probabilmente una delle prestazioni più sincronizzate e perfette che abbiate mai visto.

Tre artisti di strada straordinariamente sincronizzati!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.