Tesoro rimane nascosto in soffitta per 70 anni: la scoperta di un esule della Seconda Guerra Mondiale

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Rudi Schlattner e la sua famiglia hanno dovuto lasciare la loro casa in Cecoslovacchia. Rudi non ha fatto ritorno per 70 lunghi anni, e quando finalmente lo ha fatto, ha scoperto qualcosa di incredibile. Ha trovato un tesoro che suo padre aveva segretamente nascosto nella soffitta della loro vecchia casa di famiglia.

lifebuzz-617253705a2b5376415b8e0029985928-limit_2000 (1)

Rudi Schlattner era stato costretto a fuggire dalla sua patria in seguito ad una espulsione di massa dalla Cecoslovacchia, dopo che il presidente Edvard Benes decretò la ‘soluzione finale della questione tedesca’, esiliando tutte le persone di origine tedesca dal paese.

Ormai anziano, a più di ottanta anni, Rudi ha contattato i funzionari comunali del villaggio di Libouch, nel nord-ovest della Repubblica Ceca, dove si trova la sua vecchia casa di famiglia, ora usata come asilo. La casa aveva subito delle ristrutturazioni nel corso degli anni, tetto compreso, cosa che aveva fatto supporre che il tesoro non potesse trovarsi più nascosto al suo interno. Ma il padre di Rudi aveva fatto un ottimo lavoro nel nasconderlo, che nessuno aveva scoperto.

‘Mio padre ha costruito la villa nel 1928 – 1929. Ha sempre pensato che un giorno saremmo tornati indietro.’

L’anziano esule è stato così accompagnato alla casa e l’ha visitata insieme ai dipendenti di un museo della vicina città di Usti nad Labem, al sindaco di Libouch, ai direttori della scuola materna, e ad un archeologo.

Dopo 70 anni di assenza è stato difficile per lui trovare l’esatto nascondiglio, ma i pacchetti sono stati finalmente trovati sotto il tetto. Dopo aver bussato su alcuni pannelli di legno in soffitta, il signor Schlattner ha trovato un piccolo pezzo di corda che pendeva da uno dei pannelli. Quando l’ha tirato, una serie di mensole sono state scoperte, riempite con il tesoro segreto nascosto da lunghi anni.

lifebuzz-9f529951aa6e25cfd2aebdac98588146-limit_2000 (1)

Il padre di Rudi Schlattner, prima di lasciare la casa, aveva nascosto alcuni dei loro beni più preziosi nel tetto per proteggerli da eventuali confische I tesori perduti sono rimasti in quello stesso luogo per oltre sette decenni, e quando Rudi è stato in grado di tornare, li ha ritrovati.

Il padre di Rudi aveva lasciato delle precise istruzioni per il ritrovamento del tesoro. Aveva detto a suo figlio che avrebbe dovuto solo tirare una corda per staccare delle tavole così da trovare il rifugio pieno degli oggetti messi da parte.

Rudi Schlattner temeva che il nascondiglio fosse stato scoperto e gli elementi rimossi durante la ricostruzione del tetto ma i pacchetti erano stati nascosti molto abilmente nella volta di un lucernario. Era incredibile quante cose erano state stipate in uno spazio così piccolo. C’è voluta più di un’ora per tirarli tutti fuori.

Alcuni pacchetti erano avvolti in una carta marrone e alcuni contenevano oggetti da scartare, come sci, cappelli, abiti-ganci, giornali e dipinti di Josef Stegl, che aveva vissuto nella casa durante la Seconda Guerra Mondiale.

lifebuzz-ea3a6ef41f29d00853ac4799200de055-limit_2000

Trovare questi tesori nascosti nel tetto è stato per Rudi un fantastico viaggio a ritroso nella memoria. C’erano così tanti oggetti lì dentro e molti dei tesori nascosti erano ancora in perfette condizioni, come libri, riviste o giornali di quegli anni.

lifebuzz-df69aed489a53cbb6a577f94605d20fa-limit_2000

Queste bottiglie, ad esempio, erano ancora perfettamente intatte, e molte di queste avevano ancora il loro contenuto all’interno.

lifebuzz-202b487fc60d1bb03408832e3c1e24ad-limit_2000

Il padre di Rudi aveva poi avvolto alcune bambole nella carta per preservarle nel corso degli anni.

lifebuzz-cdf3aac56fcf08a7bce844970dd929d7-limit_2000

Tecnicamente, però, l’edificio ora appartiene al governo ceco, e, quindi, il tesoro ritrovato al suo interno non può  appartenere a Rudi. Tutti gli oggetti sono infatti stati destinati al museo locale di Usti nad Labem, dove verranno catalogati e conservati.

lifebuzz-d0adb2a27a5146091986abd0fa297044-limit_2000

Anche se sono ormai passati 70 anni, e gli oggetti non torneranno più in suo possesso, Rudi è stato felice di ritrovare il tesoro perduto della sua famiglia.

lifebuzz-68e37c6db0ba4edfd22e6c1ead51a8fe-limit_2000

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.