Sexy gate fatale per la politica americana, la storia di Weiner

Ha perso due lavori e poi anche la moglie che non ha retto il terzo scandalo sexy in sei anni. In Italia i sexy gate regalano la gloria, in America affossano i politici.

Anthony Weiner l’ha combinata grossa stavolta ed è riuscito in un sol giorno a perdere la moglie e anche due lavori. La moglie, ormai, era esausta degli scandali sexy che avevano coinvolto il marito. 

Quando tuo marito è coinvolto in uno scandalo sexy e decidi di dargli un’altra possibilità, non è detto che sarai premiata per la tua scelta magnanima e amorevole. Lo può dire a gran voce Huma Abedin, ex moglie di Anthony Weiner.

Dopo il terzo scandalo sexy, la loro storia è finita ma Huma Abedin non è stata l’unica a ritenere e dichiarare che è stato valicato il limite. Weiner era un astro nascente della politica di New York, è stato collaboratore di diverse agenzia stampa e dopo lo scandalo in cui è stato coinvolto nel 2013, è stato vicino alla candidatura come sindaco. Quando però il New York Post ha fatto notare che le sue scappatelle extraconiugali continuavano senza sosta, Weiner ha quanto meno rinunciato a qualche lavoretto.

Il canale televisivo NY1 ha detto che Weiner non doveva più essere considerato un collaboratore per nessuna delle sue trasmissioni. Un portavoce della rete ha spiegato:

“Anthony Weiner è in congedo a tempo indeterminato dalla nostra stazione televisiva”.

E se avesse perso soltanto il suo posto di lavoro in tv, non sarebbe poi così grave. Invece, gli scandali sexy in America, sono molto più pericolosi di quanto si pensi, sono bacchettati dalla popolazione e sono ritenuti il non plus ultra degli scandali. Almeno quando si parla di personaggi pubblici come in questo caso. Vi ricordate tutto quel che successe con il sexy gate di Bill Clinton? Perfino in piena campagna elettorale, adesso che per i democratici è candidata Hillary Clinton, sono tirate in ballo le scappatelle di Bill e quel che successe con Monica Lewinsky.

sexygate

Ad ogni modo dopo la perdita del posto a NY1, Weiner ha perso anche la collaborazione con il New York Daily News con cui collaborava come opinionista dal 2008. Era diventato giornalista grazie a questa collaborazione ma anche per il giornale quel che è successo è davvero troppo. L’editore del New York Daily News ha detto:

“Weiner non sarà più opinionista per la nostra testata.”

Gli unici ad essere tolleranti con la vita privata di questo politico e giornalista sono gli editori di Business Insider che non hanno ancora affrontato ufficialmente l’argomento schermandosi dietro una frase di circostanza:

“Siamo dispiaciuti nel sentir parlare dello scioglimento del matrimonio dei Weiner e auguriamo loro tutto il meglio. Noi non abbiamo un rapporto di collaborazione formale con il signor Weiner ma sia noi che i nostri lettori abbiamo sempre seguito i suoi articoli d’opinione.”

In realtà, come racconta The Daily Beast, gli scandali “di alto profilo” che hanno coinvolto Weiner negli anni gli sono costati anche altri posti di lavoro. Per prima cosa si è dovuto dimettere dal Congresso nel 2011 dopo che è stato accidentalmente tweettato un messaggio sexy non indirizzato alla moglie. È vero che si trattava dell’opera di un hacker ma lo scandalo è subito venito alla luce. Poi è stato beccato due anni dopo in un festino. Era appena entrato alla guida di una società di pubbliche relazioni ma l’azienda, in un paio di mesi l’ha mandato a casa spiegando che sul posto di lavoro era sempre troppo distratto:

“Tutti i chiacchiericci che ha causato Anthony mettono a rischio la sua squadra alla MWW. Ha a che fare con troppe storie sexy, con insulti e dichiarazioni false. Ne va del suo onore, Anthony capirà che la sua presenza qui ha creato noie e distrazioni che proprio non sono utili e poi lui ha altri interessi da seguire.”

La moglie di Anthony è riuscita a tenere testa alle riviste scandalistiche ed è riuscita anche a tenersi stretto il suo lavoro, visto che è nello staff di Hillary Clinton (chi meglio di lei può capirla?) ma adesso ha deciso di prendere le distanze dal suo ex marito. Weiner è stato sorpreso ancora una volta a chattare in maniera inopportuna con una donna senza volto (che fosse un esca per fare leva sulle sue debolezze?) che ha addirittura invitato a New York. Insomma, il lupo ha perso il pelo ma non il vizio come dice un proverbio italiano. Abedin non ha retto più e ha dichiarato in maniera ufficiale  e perentoria:

“Dopo una lunga e dolorosa riflessione sul mio lavoro e sul mio matrimonio, ho deciso di separarmi da Anthony Weiner. Entrambi continueremo a dedicarci a nostro figlio che è la luce della nostra vita. In questo momento difficile chiedo rispetto per la nostra privacy.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.