Orca si incastra tra le rocce e piange per essere salvata

Molte, moltissime volte sono gli animali a salvare l’uomo dai pericoli, ma molte altre sono proprio loro ad avere bisogno di aiuto da parte dell’uomo. Un aiuto per lo più tempestivo, che può significare la differenza che passa tra la vita e la morte. Un gigantesca orca, incastratasi tra le rocce della costa è viva grazie al duro lavoro di alcune persone che l’hanno individuata e tempestivamente salvata.

Questa straordinaria vicenda è capitata ad un’orca di undici anni che si era sfortunatamente incastrata sulle rocce di Hartley Bay, nella British Columbia, in Canada. La femmina si è purtroppo arenata quando una marea l’ha spinta oltre il suo percorso mentre era a caccia di foche. La corrente ha fatto il resto e il suo grande corpo si è arenato tra le rocce.

lifebuzz-15380dcd47938a03d0e0b0be350743ae-limit_2000

In pochissimo tempo, però per fortuna, i volontari di diverse organizzazioni locali sono venuti in suo aiuto. Una volta in difficoltà, infatti, il grande animale marino ha cominciato a suo modo a chiamare aiuto, emettendo delle strane grida e sibili dalle rocce, simili ad un pianto, che hanno richiamato l’attenzione degli uomini.

lifebuzz-0455e2a1afd9a67fdd243410b7b2c6b7-limit_2000

Per otto ore e passa, la gente ha fatto tutto il possibile per mantenere la balena a proprio agio,  compresa la disposizione di teli sul suo corpo da cinque tonnellate e la somministrazione di acqua per mantenere la pelle fresca e ridurre lo stress.

lifebuzz-2b4f65270f3549aa41395665ff0bd422-limit_2000

Dato il suo enorme peso, infatti, il cetaceo non poteva essere né sollevato né trasportato altrove, e i volontari hanno potuto solo attendere infine che la natura facesse il suo corso e che il livello delle acque del mare tornasse a salire con la marea successiva.

lifebuzz-533a1293a77f01ba93d4bd5dfaa3ee31-limit_2000
Nel pomeriggio, quando la marea si è alzata,  l’orca è stata in grado di tornare in acqua. Uno dei volontari di Whale Point, un gruppo di ricerca ambientale ha detto: “Si è trattato di un lavoro di squadra, e per fortuna a un certo livello quest’orca ha capito che stavamo cercando di aiutarla.”

Tutti alla fine sono stati felici di vedere l’orca tornare a nuotare e andare via da sola.

lifebuzz-6d5ae84ec138998f81413e94a04441a8-limit_2000

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.