La storia del cartografo che cammina sulla neve

Una volta c’erano i cerchi nel granohttp://www.theblog.it.ma non sono l’unica manifestazione “artistica” della natura che si possa apprezzare da una certa altezza. E non c’è neanche nulla di soprannaturale questa volta. Semplicemente la storia che oggi vi vogliamo raccontare parla della neve, della natura e della sua bellezza, e di un cartografo molto speciale, che, per professione, cammina su di essa. 

Per la maggior parte di un decennio, Simon Beck, il nostro protagonistaè stato solito avventurarsi per le vette più alte delle Alpi, con un unico obiettivo in mente – che non ha nulla a che vedere con le escursioni o le scalate. Invece, Beck usa la neve appena caduta per creare delle forme di arte stupefacente, e tutte con le suehttp://www.theblog.it. gambe.

lifebuzz-f25f3e5f45cead36fbd3cd5ed5c796c7-limit_2000

Beck evoca queste immagini dalla neve impressa con delle racchette da neve in un modo preciso, un modo matematico, in cui la creazione di ogni immagine può portarlo a impiegare fino a 11 ore. Fa circa 30 di questi “disegni” ogni inverno, e una volta finiti i disegni sono assolutamente mozzafiato. Qui sotto potete vedere una piccola anteprima del suo incredibile lavoro.

lifebuzz-0a392a88ff53c5abf7a3893ff5f53396-limit_2000

Ciascuno dei disegni realizzati sulla neve copre una vasta area, richiedendo a Beck di viaggiare anche per 25 miglia in qualsiasi direzione per imprimere il suo modello. Una volta Beck lavorava come cartografo freelance, ma ora fa questo a tempo pieno, e grazie alla sua arte ha anche ispirato una linea di abbigliamento e pubblicato un libro con il suo lavoro in giro per il mondo. In totale, ha completato circa 175 disegni nel corso degli ultimi 10 anni.

lifebuzz-1737d21554caf2f703336616e393930a-limit_2000

“Parte della logica del disegnare sulla neve attraverso il mio esercizio d’inverno è dovuta al fatto che i miei piedi erano un po’ ricurvi e non ho potuto praticare la corsa. E’ stato un infortunio piccolo ma mi ha reso più incline a questa attività”, ha detto in un’intervista.

lifebuzz-2588f7acf224ba489396be1268058938-limit_2000

Qualunque siano state le sue ragioni iniziali, siamo lieti che Beck si sia dedicato a quest’arte prettamente invernale, perché è diversa da qualsiasi altra cosa che abbiamo mai visto.

lifebuzz-ae75b6ec3cd284a492d938ae9adb8937-limit_2000

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.