La foto di un profugo siriano diventa virale e gli cambia la vita

Da quando è iniziata la guerra in Siria nel lontano 2011, quasi 4 milioni di persone hanno lasciato il paese per trovare altrove un rifugio sicuro. Lasciando alle spalle la loro casa, le loro famiglie e ciò che sapevano essere la vita, hanno iniziato a vivere un’esperienza straziante. L’esodo di massa ha lasciato milioni di siriani che vivono nei campi profughi dei paesi confinanti.

Gissur Simonarson, un attivista di Oslo, in Norvegia ha scattato la foto di un profugo siriano che porta la figlia in braccio, mentre cerca di vendere delle penne per le strade di Beirut, in Libano. La disperazione nel viso dell’uomo ha colpito profondamente il cuore di Simonarson, che ha cominciato a chiedere aiuto sui social media per individuare il povero venditore, con l’hashtag #BuyPens.

Nel giro di due giorni, è stata individuata l’identità dell’uomo. L’uomo si chiama Abdul, ed è un rifugiato siriano. Sua figlia si chiama Reem e ha quattro anni. L’uomo ha anche un figlio di nove anni di nome Abdelillah. La ricerca non è finita lì, tuttavia, ma migliaia di persone provenienti da tutto il mondo hanno cominciato a fare loro delle donazioni su una pagina creata per aiutare questa famiglia. L’obiettivo iniziale è stato di 5.000 dollari. Dopo la pubblicazione della foto, la somma raccolta è diventata di 122.165 dollari.

Questa è la foto virale del rifugiato siriano e sua figlia che ha toccato i cuori di migliaia di persone in tutto il mondo.

lifebuzz-2078e39b00657e1c9b069d2e85b1499a-limit_2000

Abdul lavorava in una fabbrica di cioccolato in Siria. L’uomo è scoppiato in lacrime quando gli è stato detto dei fondi raccolti per la sua famiglia.

lifebuzz-efa77d1eb9bad15a13ec72bf3cb4a21f-limit_2000

In questa foto invece Abdul, Reem, e Abdelillah si siedono affianco al loro angelo custode norvegese Gissur Simonarson, e hanno ritrovato il sorriso.

lifebuzz-b28062d9d10c2e8f269721b104cedb1f-limit_2000

Con il denaro raccolto, Abdul vuole mandare i suoi figli a scuola. Vuole anche aiutare altri rifugiati. Una semplice foto – e la solidarietà delle persone – hanno completamente cambiato la vita di questa famiglia siriana.

lifebuzz-17178c91ee5f527eacaace212a16ba1e-limit_2000

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.