Il mistero delle incredibili saline blu dell’Australia

Queste immagini straordinarie possono sembrare delle opere d’arte astratte, ma se si guardano meglio si scopre che in realtà si tratta di fotografie aeree del gigante impianto di saline blu presenti in Australia.  L’azzurro cangiante delle saline è sezionato da strade e canali per l’acqua, che, fotografati dall’alto, sono in grado di creare opere d’arte di cui artisti del calibro di Mondrian sarebbero orgogliosi.

Il fotografo britannico Simon Butterworth ha scattato queste foto aeree a 4.000 e più piedi sopra l’impianto di sale Useless Solar Loop a Shark Bay, in Western Australia. L’effetto acquerello sui campi, racconta Express, viene creato dopo che la salamoia, concentrata in stagni poco profondi, lentamente evapora, lasciando un raccolto di cristalli salini.

La maggior parte dei campi di sale appaiono infatti di colore blu – un effetto prodotto in realtà dal riflesso del cielo – e le pennellate apparenti sono causate dalle operazioni di raccolta effettuate dalle macchine in movimento attraverso i campi. Ecco quindi svelato il mistero delle incredibili saline blu dell’Australia. 

salt-605309

Si sa infatti che il sale esistente in natura ha diversi colori, tra cui anche quello giallo, quello blu e quello rosa, ma per lo più si tratta di sali ottenuti da giacimenti e non attraverso evaporazione come avviene nelle saline. I sali delle saline, a differenza di quelli fossili, devono il loro colore apparente al riflesso della luce più che a processi chimici.

Il fotografo Simon, che vive vicino a Biggar nel South Lanarkshire, in Scozia, ha scattato queste fotografie da un aereo leggero, e ha detto che l’altezza era estremamente importante affinché si potesse avere una buona visione. Volando ad un altezza che va dai 4.000 a 5.000 piedi e con lunghezze focali lunghe, è stato in grado di ottenere una prospettiva molto più piatta nelle immagini, facendole apparire come quadri astratti.

Simon, che oggi ha 57 anni, ha detto: “Ho lavorato su una serie di foto a lungo termine chiamata ‘Estetica dell’Inaspettato‘ – ovunque io vada sono alla ricerca di soggetti insoliti che potrebbero andare bene per questo. “Il mio amico, che è australiano, ha organizzato un tour fotografico Down Under, che includeva un viaggio a Shark Bay.”

“Spesso vado alla ricerca di potenziali soggetti su Google Earth, e non appena ho visto le saline blu di Shark Bay ho potuto vedere un potenziale immenso da aggiungere al mio progetto fotografico.” Simon ha parlato al pilota il giorno prima del loro volo, e la coppia ha deciso di rimuovere la porte posteriore del piano per consentire al fotografo di scattare direttamente a terra.

Per effettuare le intere riprese ci sono volute circa quattro ore. Ogni anno, Useless Loop Solar Salt, questo grande impianto situato nella parte occidentale dell’Australia, produce circa 1,3 milioni di tonnellate di sale. Si tratta di un luogo davvero incontaminato e non accessibile in genere ai visitatori ragione per cui non è facile fare delle riprese al suo interno e la serie di Simon delle sue ‘Fields Blue’ – i campi o le saline blu appunto, ha guadagnato un sacco di attenzione nel settore della fotografia da parte della comunità internazionale.

Ma c’è di più. La serie è stata selezionata come finalista al 2015 Sony World Awards per la fotografia – un concorso che ha ricevuto più di 173.000 iscrizioni da parte di fotografi provenienti da 171 diversi paesi del mondo.

Simon ha aggiunto: “Io non avevo scattato una grande quantità di fotografie aeree prima del mio viaggio in Australia – avevo compiuto solo un paio di brevi voli cercando di ottenere il meglio dalla mia macchina fotografica attraverso una piccola finestra di aria fredda. “Il potenziale per la fotografia aerea in un posto come l’Australia è enorme, ed è qualcosa che mi piacerebbe esplorare ulteriormente.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.