Il koala che piange disperato perché cacciato dal suo albero

Avete mai visto dai vicino dei koala? Questi simpaticissimi animali australiani sono davvero tra gli animali più teneri e dolci che ci siano al mondo.  Quello che ancora non sapete è che forse sentire piangere un koala potrebbe non essere lo stesso. Soprattutto se si tratta di animali che vivono una particolare situazione di ansia o di stress dovuta a qualche circostanza che si verifica in natura. 

Il video che vi mostriamo qui di seguito ha rubato proprio una scena di quelle in cui capita solo poche volte di imbattersi: una lite tra due koala, uno probabilmente più anziano, e uno più giovane, il protagonista del nostro video. Ma procediamo con ordine.

koala

Proprio in questi giorni la stagione degli amori è quasi finita per i koala in Australia. Il loro periodo di riproduzione va da agosto a febbraio. Questo potrebbe spiegare il comportamento territoriale di un grande marsupiale, che ad un certo punto ha spinto una creatura più giovane letteralmente giù dai rami di un albero situato sulle colline di Adelaide, nel South Australia. Ma è proprio qui che viene il bello: il nostro amico potrebbe essere più piccolo, ma il suo pianto disperato e le sue forti grida sono qualcosa di cui si sentirà certamente parlare.

Dovete sapere infatti che i koala comunicano con i suoni. Dei grugniti profondi sono usati per mostrare la loro predominanza, mentre quando  piangono e urlano come un bambino piccolo vuol dire che l’animale è sotto paura o stress. Nonostante la sensazione di spavento, il koala ha provato di nuovo a salire sull’albero, solo per fallire di nuovo.

Un utente di YouTube, Alicia Alexander, ha caricato questo originale video di recente. Non è chiaro per quanto tempo la situazione sia rimasta così in stallo, ma a sera Alexander è tornata nella sua struttura. Non siamo sicuri se l’anziano koala si è spostato per accogliere l’altro o semplicemente ha deciso di condividere il proprio spazio!

Il koala che piange disperato perché cacciato dal suo albero

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.