I volti della droga: 14 ritratti di persone che hanno assunto sostanze stupefacenti

Nel corso degli anni le comunicazioni sociali della Pubblicità Progresso hanno diffuso un sacco di immagini sul consumo di droga. Tuttavia, queste pubblicità spesso non fotografavano la vera realtà degli utilizzatori delle sostanze, concentrandosi solo sull’idea del suo uso, e non sui suoi veri effetti negativi. 

Queste foto sono diverse. In questa serie di immagini, il fotografo che le ha scattate cattura volti e persone reali che sono sotto gli effetti di diversi tipi di droga – è utile a questo proposito ricordare che negli Stati Uniti sotto il termine “drugs” sono incluse anche sostanze assolutamente legali in altri paesi – e usa le loro parole per descrivere come ci si sente dopo averle assunte.

cover-1390200344

Les Baker V – questo il nome del fotografo autore del progetto – ha dato a ciascuno dei suoi soggetti una sostanza diversa, ha lasciato che la sostanza avesse effetto, e poi ha scattato loro delle immagini durante il picco degli effetti stessi. Ha poi sovrapposto delle altre immagini ai loro volti, per indicare sotto l’effetto di quale droga si trovassero in quel momento.

I risultati del suo progetto – INEBRI-NATION – sono più che realistici, sicuramente toccanti e un promemoria di quanto siano potenti gli effetti di alcune sostanze.

INEBRI-NATION, gli effetti delle droghe in 14 ritratti

original(1)

Metanfetamine

“Ho incontrato quest’uomo vagare per le strade in una notte calda d’estate; indossava una giacca invernale pesante e era senza camicia. Durante la nostra conversazione mi ha raccontato di come ha parlato con degli angeli sotto un ponte nel corso della sua lunga lotta con le metanfetamine. Ha descritto la sensazione come una improvvisa sensazione di piacere, aumento di energia, una più precisa messa a fuoco e una maggiore fiducia in se stessi.”

original(2)

Oxycontina

Quest’uomo è un veterano del Vietnam e ha preso antidolorifici negli ultimi 20 anni. Alcuni utilizzatori sperimentano una risposta euforica ai farmaci oppiacei; dal momento che questi farmaci influenzano anche le regioni cerebrali coinvolte nella ricompensa. Coloro che abusano di oppiacei spesso cercano di intensificare la loro esperienza prendendo la sostanza in modi diversi da quelli prescritti.

original(3)

MDMA

L’MDMA puro, è noto anche come “molly”. Gli utilizzatori di MDMA possono sperimentare euforia mentale e fisica, una maggiore empatia, socievolezza, e sensazioni tattili avanzate. L’MDMA è stato utilizzato anche nella terapia di coppia ed è noto anche per contribuire a trattare il PTSD.

original(4)

Cocaina

La cocaina dà ai suoi utilizzatori molti effetti collaterali tra cui una maggiore vigilanza, così come sentimenti di benessere e di euforia. Crea una forte dipendenza in chi la assume.

original(5)

Crack

Il crack è simile alla cocaina ma nella versione fumabile, e prende il nome dalla rottura o dal suono – “popping” – che fa quando viene fumata. Ha spiegato di provare più carichi di energia, più attenzione e più sensibilità nella vista, udito e tatto.

original(6)

Psilocibina

Questo signore ha preso funghi allucinogeni prima di andare in una discoteca. La psilocibina rende i colori più vivaci, e può aumentare la chiarezza del suono. Gli utilizzatori hanno anche segnalato una connessione superiore con la natura.

original(7)

LSD

Questo incontro ha coinvolto una giovane donna sotto effetto di LSD a cui sono state scattate due foto. Ho trascorso la giornata con lei come lei “scattato” in un parco locale. Ha notato visivi complessi e colori ravvivati, e un accresciuto senso generale di ciò che la circondava.

original(8)

Ketamina

La ketamina sta guadagnando terreno come una nuova alternativa, più economica, all’MDMA o alla cocaina. Questo utente ha descritto l’esperienza come guardare il mondo tutto spezzettato in una serie di lego, seguito da un momento in cui tutto diventa sempre più piccolo e comincia a girare fino a quando quella piattezza si trasforma in un punto.

original(9)

Marijuana o THC

Paragonabile solo all’alcol, la marijuana è la sostanza più utilizzata. Negli ultimi anni, la marijuana ha guadagnato un sacco di rispetto per i suoi legittimi scopi medici. Si sta rapidamente perdendo il suo senso di tabù e sta diventando sempre più facilmente reperibile a causa della sua legalizzazione in molti stati.

original(10)

Birra

E’ probabilmente una delle sostanze più comunemente utilizzata. L’uomo in questione ha passato una nottata fuori consumando solo birra.

original(11)

Superalcolici

È probabile che la maggior parte delle persone abbia già provato questa esperienza. Una notte fuori, un tipo di alcolico dopo l’altro e forse un paio di bevande miste. Sappiamo tutti che conduce rapidamente alla visione offuscata o doppia.

original(12)

Adderall

Nel corso degli ultimi 5-7 anni, l’Adderall è diventato sempre più popolare tra gli studenti universitari. I suoi effetti collaterali includono un maggiore senso di motivazione, messa a fuoco, e concentrazione. Presumibilmente, queste sono le condizioni fisiche che permettono agli utilizzatori di stare svegli tutta la notte, leggere centinaia di pagine alla volta, e scrivere in modo approfondito documenti lunghi. Questa sostanza è ampiamente usata anche tra i professionisti medici.

original(13)

Nicotina

Il tabacco è stato fondamentale nello sviluppo delle colonie del sud America fino a quando non è stato sostituito dal cotone. In piccole dosi può agire come uno stimolante, ma è stato anche segnalato come rilassante. La nicotina è storicamente conosciuta come una delle dipendenze più difficili da rompere. Miliardi di persone nel mondo fanno uso di nicotina in una forma o in un’altra.

original(14)

Caffeina

Milioni di persone si affidano alla loro tazza di caffè per affrontare la loro giornata. La caffeina agisce come uno stimolante e può combattere la sonnolenza e rendere chi la assume più concentrato e attento. Legale e non regolamentata, la caffeina è la sostanza psicoattiva più ampiamente usata nel mondo. Negli Stati Uniti il ​​90% degli adulti consuma caffeina quotidianamente.

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.