Ecco come il linguaggio del corpo può cambiare chi sei

Il linguaggio del corpo è estremamente significativo nel mondo di oggi. Non se ne ha in genere una grande consapevolezza, ma il linguaggio del corpo è la rappresentazione di ciò che si è. Immaginatevi seduti in un caffè, mentre osservate gli altri intorno a voi. Giudicate automaticamente una persona dal modo in cui si pone, sta seduta, cammina? Ora pensate ad una volta in cui avete incontrato qualcuno di nuovo per la prima volta. Ha la sua stretta di mano in qualche modo influenzato la vostra prima impressione su di lui? 

Amy Cuddy, una psicologa sociale, ha sottolineato che la gente usa in modo chiaro il linguaggio del corpo per determinare il modo in cui pensiamo e sentiamo gli altri. Ma ha anche portato l’attenzione su una domanda molto importante: “Possono i nostri modi non verbali governare ciò che pensiamo e sentiamo su di noi stessi?” In altre parole, può il nostro linguaggio del corpo manipolare il modo in cui percepiamo noi stessi?

lifebuzz-b1f9b55a1440e8386cea73745c4f2860-limit_2000

Nella società di oggi, ciò che più conta è se un individuo è potente o meno. Si può dire se una persona è potente attraverso il suo linguaggio del corpo. Proprio come gli animali, gli esseri umani fisicamente si espandono o si aprono quando si sentono dominanti. Per noi esseri umani, tendiamo a espandere le nostre armi durante un momento di potere.

Quando non ci sentiamo potenti, invece di espanderci, ci chiudiamo. Quindi questo fatto è ciò da cui gli altri possono dire se abbiamo qualche potere, oppure possiamo solo illuderci di pensare che lo facciano?

Sulla base degli studi che Amy Cuddy ha eseguito, ciò è possibile, riferisce Ted. Ha studiato che disponendosi in una posa che esprime potere per almeno due minuti prima di una certa situazione stressante, si può venire fuori più fiduciosi e, infine, iniziare a sentirsi più potenti. Nello stesso evento o circostanza se qualcuno dovesse disporsi in una posa che simboleggia un basso potere, ci si inizia a sentire meno sicuri di se stessi.

lifebuzz-9edbc337baacb4832a5dc116611ff16c-limit_2000

Quindi, anche se alcune persone possono essere nate con il “potere” a causa del loro stato, non è un gene ereditario. Il potere è qualcosa che può essere acquisito semplicemente cambiando il nostro linguaggio del corpo, cosa che potrebbe, anche, in ultima analisi, cambiare il nostro percorso di vita.

Come disse una volta Amy Cuddy, “I nostri corpi cambiano le nostre menti e le nostre menti cambiano il nostro comportamento e il nostro comportamento cambia i nostri risultati.”

Il linguaggio del corpo colpisce cambia come ci vedono gli altri, ma può anche cambiare il modo in cui noi vediamo noi stessi. In definitiva, quindi, attraverso i suoi studi la psicologa sociale Amy Cuddy mostra come utilizzare delle  “pose che esprimono potere” – cioè stare in piedi in una posizione che esprime fiducia, anche quando non ci sentiamo sicuri – può influenzare i livelli di testosterone e di cortisolo nel cervello, e potrebbe anche avere un impatto sulle nostre possibilità di successo. Ci sono infatti dietro a questi studi delle precise analisi biochimiche che hanno cambiato il modo di considerare il nostro comportamento.

lifebuzz-8a66553d4dd59c45948b01e83dc60f92-limit_2000

La ricerca di Amy Cuddy sul linguaggio del corpo rivela che utilizzando un comportamento al posto di un altro, una postura al posto di un’altra, possiamo cambiare sia le percezioni della gente – e anche la nostra chimica del corpo. Semplicemente cambiando posizioni del corpo. Non è straordinario?

Qui di seguito potete vedere una piccola mappa esemplificativa che mostra in successione tutte le posizioni, gli atteggiamenti e le posture del corpo che comunicano fiducia in se stessi e dominanza -in alto – e quelle che comunicano chiusura, apprensione o insicurezza e la trasmettono agli altri – in basso.

lifebuzz-224e616aa2f9b5ad63e86cb4969a30b4-limit_2000

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.