Donald Trump e Boris Johson si sono mai baciati?

Se qualcuno chiedesse in giro circa le abitudini sessuali di Donald Trump, riceverebbe soltanto risposte in merito alle sue dichiarazioni legate alla poligamia, chiamiamola così, ovvero alla sua voglia di avere più mogli e più fidanzate. Il fatto è che alla fine bacia Boris Johnson. 

TRUMP_BORIS_BRISTOL-033-714x475

Insomma, nonostante il suo atteggiamento libertino, anzi proprio per quello, Trump è stato ritratto in un murales mentre bacia Boris Johnson, l’avvocato del Brexit. Il graffito è apparso nella città di Bristol, è grande quasi quattro metri quadri e nello stile ricorda un po’ l’immagine del bacio tra Trump e Putin, simile a quello tra l’ex leader sovietico Leonid Brezhnev ed Eric Honecker, che era apparso sulla parete di un ristorante lituano.

LITHUANIA-US-MURAL-TRUMP-PUTIN

In questo caso specifico, il murales era commissionato alla comunità Paintsmiths di Bristol dal gruppo pro-Europa “We Are Europe“. La didascalia del nuovo graffito è semplice “Not #INFORTHIS?” con un altro breve testo in cui s’invita chi guarda a registrarsi per votare il referendum con cui si deciderà se restare in Europa. Ma perché per il soggetto dell’opera è stato scomodato proprio il candidato alla Casa Bianca più discusso e chiacchierato d’America? Perché Trump ha detto all’inizio di maggio che secondo lui il Regno Unito starà meglio senza l’Europa specificando che non si trattava di una raccomandazione per il voto ma di una semplice “sensazione”.

Una “sensazione” un po’ intimidatoria visto che poi in un altro frangente ha precisato che il commercio tra Stati Uniti e Gran Bretagna, qualora fosse eletto Trump presidente, non sarà intaccato dal risultato del Referendum, tuttavia lui voterebbe per lasciare l’UE. Una dichiarazione agli antipodi di quella rilasciata da Obama che ha spiegato l’importanza per gli States di commerciare con un grande blocco europeo invece che dialogare con i singoli Paesi.

Resta da capire perché Trump è ritratto in questo murales mentre bacia Johnson. Stavolta è la politica a darci una mano nelle spiegazioni. Bisogna tornare indietro fino ad aprile quando Chuka Umunna, il deputato laburista, ha accusato Johnson, allora sindaco di Londra, di comportarsi come Trump nei riguardi di Obama, assumendo un atteggiamento assolutamente antibritannico. Johnson come Trump, sarebbe amante del Brexit anche se in più di un’occasione l’ex primo cittadino londinese ha specificato di non essere fan del candidato repubblicano alla Casa Bianca. Anzi, ha ribadito di essere estremamente preoccupato dell’accostamento della sua immagine a quella di Trump. Tuttavia Johnson è sulla stessa lunghezza d’onda di Trump quando si parla di uscire dall’Europa.

Il loro bacio è stato subito rinominato “Il bacio della morte” e questo, da un punto di vista artistico, allontana il murales dalla serie “UnHate” promossa da Benetton, ovvero quella dei baci tra personaggi illustri, usata per combattere l’odio. Vi ricordate quelle effusioni tra partner improbabili? Barack Obama e il leader cinese Hu Jintao, oppure quella tra papa Benedetto XVI e Ahmed Mohamed el-Tayeb, Imam della moschea di Al-Azhar al Cairo, oppure ancora il bacio tra il presidente palestinese Mahmoud Abbas e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu? Di seguito la gallery.

 

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.